Utente 312XXX
Gentili medici, sono un ragazzo meridionale che ha notato difficolta erettive nei rapporti sessuali.
Essa consiste nella non completa erezione del pene,la quale anche se avviene durante una stimolazione,tende a durare poco e talvolta non permette o non "regge" nella penetrazione.
Dal momento che assumo arginina,che comporta (e si nota nell'erezione un discreto ma nulla di soddisfacente risultato) vasodilatazione in quanto aumenta la produzione di ossido nitrico,chiedo se questo amminoacido possa essere usato insieme a un farmaco anti impotenza.
La domanda giunge dal fatto che sul foglietto illustrativo di questi farmaci vi è sempre specificato di non usare in concomitanza di "donatori di Ossido nitrico".
Poiché l'arginina,per quanto da un discreto risultato,tuttavia non permette di raggiungere un grado di erezione costante (almeno a me), chiedo: è rischioso prendere una medicina inibitrice di fosfodiesterasi se assumo anche arginina (vasodilatatrice)? Oppure no?
In caso di bisogno,se quel giorno non assumo arginina,posso assumere l'inibitore?
Mi sono dilungato,ma la domanda è: l'arginina si puo considerare un "donatore di ossido nitrico" tanto da poter avere effetti collaterali con un inibitore della fosfodiesterasi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il quesito che pone lo dovrà trasmettere al medico che Le prescriverà l'eventuale inibitore della fosfodiesterasi,da acquistare in farmacia e non sul web.Comunque,l'interazione con la arginina non è,in genere,un fattore ostativo alla contemporanea assunzione con linibitore della fosfodiesterasi 5.Cordialità.