Utente 312XXX
a seguito di una caduta ho riportato la rottura del tendine estensore della ultima falange del mignolo della mano (dito a martello). Dopo aver seguito la terapia di immobilizzazione per 40 giorni,come mi è stato prescritto, oggi ho tolto il tutore di stack. il mignolo non è piegato verso il basso ma non riesco più a piegare la 3 falange come prima.
Prima della immobilizzazione la chiudevo correttamente anche se la falange rimaneva abbassata.
Devo effettuare fisioterapia? E' normale che non riesca a piegare più a 90^ la 3^ falange? riuscirò a recuperare la piena funzionalità del mignolo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Per saperne di più sul dito a martello Le consiglio di leggere qui: http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-della-mano/1022-dito-martello-lesione-segond-bush.html
In genere dopo qualsiasi immobilizzazione protratta è previsto un controllo clinico presso lo specialista che ha effettuato il trattamento (ortopedico o chirurgo della mano) per accertare che il decorso è di buona qualità e per decidere se occorra la riabilitazione, ma anche di tipo (dal momento che lo specialista dovrà prescriverla, se occorre). Appena tolto il tutore bisogna ancora usare prudenza e non avere fretta di mobilizzare la falange ungueale, perché se la cicatrizzazione del tendine non è "matura" una flessione precoce può determinare un allungamento del tendine e quindi causare una flessione della articolazione non correggibile attivamente.
Cordiali saluti.