Utente 287XXX
Buonasera, circa 2 settimane fa mio marito é stato colpito da forti dolori a livello lombare che si diffondevano per tutta la coscia tanto da impedirgli di poggiare il piede a terra - avendo giá sofferto in passato di lombosciatalgia, abbiamo chiamato la guardia medica locale che gli ha prescritto delle fiale di voltaren 75mg/3ml e muscoril 4mg/2l intramuscolare oltre a somministrare subito una iniezione di quest'ultimo - secondo il medico poteva trattarsi di una lombosciatalgia o ernia - tutto questo di giovedì sera - l'indomani trovando molto piú sollievo decide di non assumere le cure prescritte - ma il sabato il dolore ricompare + forte di prima e decide cosí di iniziare la cura assegnata - avevamo giá delle siringhe in casa ma la data di scadenza per la sterilizzazione era giá passata ma dietro insistenza dell'infermiere che la ha eseguita é stata comunque utilizzata perché a suo dire non causa problemi - purtroppo peró la domenica appena dopo 15 minuti circa aver fatto l'iniezione mio marito inizia ad accusare un malore preoccupante ( tremori incontrollabili diffusi in tutto il corpo, giramenti di testa con sensazione di svenimento, mani bianche e gelide, battito accelerato) immediatamente andiamo al pronto soccorso dove la prima cosa che fanno è misurare la pressione che era Max 170 e min 97 con 118 battiti cardiaci successivamente hanno fatto il prelievo del sangue . I risultati di questi ultimi sono stati quelli piú preoccupanti creatinfosfochinasi 1632- ck mb 16,9- mioglobina 362,9 -troponina 0,00 - con bilirubina totale 1,7 e got a 45 - i medici escludono che si tratti di uno shock ma comunque un effetto collegato ai farmaci - a distanza di giorni il medico curante dopo aver preso visione della documentazione pensa che si tratti di una forma di necrosi o infiammazione muscolare dovuta alla siringa in sé o una forma di malattia degenerativa muscolare nel peggiore dei casi, ora la mia domanda é : puó una siringa non + sterile ma perfettamente sigillata aver causato qualche danno o anche il modo in cui é stata eseguita, o ancora una forma di intolleranza ai farmaci? Grazie e buon lavoro
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile uutente
il trattamento con fans per via intramuscolare può in alcuni casi alterare i valori della creatin fosfochinasi che si ristabiliscono rapidamente dopo la sospensione delle iniezioni, nel caso specifico purtroppo senza una visita diretta non è possibile fare una diagnosi