Utente 530XXX
Buonasera gentili Dottori,
Sono una ragazza di 19 anni ed è da dicembre 2007 che soffro di ACNE ESCORIATA su braccia, spalle e petto.
Il problema è iniziato dopo una depilazione alle braccia, in seguito alla quale la pelle si è molto irritata, sono comparse delle bollicine bianche ed io ho iniziato a farle scoppiare, provocando però dei brutti segnacci.
A gennaio sono andata dalla dermatologa che mi ha prescritto per il viso (dove non ho l'acne, ma solo qualche brufoletto) la crema Differin e Effaclar K. Per il corpo sto ancora spalmando una crema che deve fare il farmacista:
- Potassio polisolfuro (5,8 g)
- Zinco ossido
- Vasellina
- Lanolina
- Acqua.

Oltre ad avere uno spiacevolissimo odore, non mi ha portato a nessun risultatoitivo.
Per un mese la dermatologa mi aveva prescritto l'antibiotico Minocin, ma anche questo non mi ha risolto la situazione (anzi, mi ha abbassato le difese immunitarie...).
Questo è a grandi linee il quadro della situazione. Ora è praticamente estate e non posso neanche mettermi magliettine o canottiere :(...
Oltre a consigliarmi un'altra visita dal dermatologo, Voi quale soluzione mi proporreste? Sapreste indicarmi qualche crema adatta a far passare le escoriazioni?
Attendo con ansia una vostra risposta,
Grazie in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
LE fornisco un utile copia-incolla, di un consulto molto simile al suo al quale ho appena risposto, per farle comprendere come questo problema debba essere seriamente inquadrato - consigli spiccioli su creme e topici vari le serviranno a ben poco, o nulla:


quanto mai opportuno un videat dermatologico per confermare l'ipotesi telematica e non vincolante di ACNE ESCORIATA: tale patologia sebbene sia nominato il termine ACNE può, molto spesso c'entrare ben poco con questa patologia: va da sè che ogni approccio, anche il più selettivo e mirato (come la Luce pulsata con manipolo ACNE cicatriziale) non recherà buoni frutti se non si instaura un pieno rapporto collaborativo con il proprio medico di fiducia, che dovrà stabilire ulteriori consulti anche con altri specialisti.

per tale ragione l'invito migliore è quello di rivolgersi quindi a visita diretta.

cari saluti