Utente 697XXX
Buonasera,
vi scrivo perche' da oltre quattro mesi mia madre che ha 85 anni e' afflitta da diarree persistenti anche violente. Circa due mesi fa' considerando la perdita di peso e la persistenza del problema , l'ho portata in ospedale per farle fare degli esami e dopo avere fatto gastroscopia ,colonscopia e ogni altro esame che finisca per scopia ma comunque avendo controllato tutto dalla bocca allo sfintere,gli esami hanno dato tutti esito negativo a livello tumorale ma le era stata riscontrato una forte anemia che e' stata curata con trasfusioni e flebo vari.Al momento della dimissione ha avuto una flebite con conseguente aumento della degenza ma che ad oggi , abbiamo appena fatto l'ecodoppler,non ha conseguenze.Come cura le e' stata data la terapia del cumadin e medicine contro la colite che hanno detto non ha.Purtroppo da quando e' stata dimessa il problema della diarrea non e' mai passato e continua a provocarle problemi ad intervalli non definiti.Aabbiamo fatto esami diversi come la coprocultura delle feci e esami del sangue.Gli esiti evidenziano
ige a 1174 contro <90
cea a 29,6 contro <5
ca 19-9 a 285 contro <33
ca 125 a 32,3 contro <21
esami parassitologico,salmonella,anti mitocondrio sono negativi.
gli esami del sangue danno differenze minime dai limiti definiti per la varie voci e non denotano anomalie forti in nessun parametro ma il problema persiste e non riusciamo a trovare il bandolo della matassa , potrebbe trattarsi di celiachia? Mi potete consigliare qualche rimedio?
Vi ringrazio in anticipo della vostra eventuale risposta e porgo cordiali saluti.
Paolo Ghirardelli

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Salve, visti i valori ematici riportati consiglierei una consulenza ginecologica solerte.
Saluti.
[#2] dopo  
Utente 697XXX

Iscritto dal 2008
gentile dottore ,grazie per la risposta al mio quesito.Le devo dire che e' la stessa risposta che mi sono sentito dare dal nuovo medico di famiglia di mia madre che hanno da circa una settimana,per fortuna siamo riusciti a convincere i miei genitori a cambiare quello che avevano prima , e ha fatto a momenti di piu' lui in questi pochi giorni che l'altro in anni di inutili parole che non spiegavano niente probabilmente perche' neanche lui sapeva cosa diceva.Ma tornando a noi, non so' cosa saltera' fuori ma domani la ricoveriamo nell'ospedale del mio paese dietro consiglio anche del medico che l'aveva in cura nel precedente ricovero per effettuare ulteriori esami proprio in quella direzione.Sono anche riuscito finalmente ad avere la copia della cartella clinicae quello che mi lascia stupito , e' che nel periodo di ricovero il ca19-9 , il ca125 e il cea erano perfettamente nei limiti e quindi potrebbero essere alterati per ???????
Comunque grazie a Lei e a tutti quelli come Lei che oltre al lavoro dedicano il proprio tempo agli ammalati.
Cordialmente
Paolo
[#3] dopo  
Dr. Davide Ventre
40% attività
8% attualità
16% socialità
SONCINO (CR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
"...potrebbero essere alterati per ???????"

Solitamente il Ca 125 e il Cea sono alterati per la comparsa di Neoplasie...
Sono veramente dispiaciuto nel doverla informare di questo in una maniera così "distante" e apparentemente distaccata.
Spero che durante questo ricovero si possa stabilire la natura Benigna (se verrà confermata la presenza di queste lesioni) e in caso di Malignità quanto meno una NON aggressività (dovrebbe essere così vista l'età della mamma, che farà progredire lentamente le cellule tumorali).

Tanti tanti tanti auguri, e mi auguro che, per una volta, un mio consulto abbia fatto clamorosamente CILECCA!
[#4] dopo  
Utente 697XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore , sempre grazie per il suo tempo.
tra noi ormai c'e' un rapporto che supera la portata di quello che c'era col vecchio medico di mia madre.Ultimamente ho passato parecchio tempo al computer per questa causa e la cosa che ci interessa di piu' in questo momento e' trovare la causa provocante queste diarre continue.A quel punto si vedra cosa si puo' fare ma almeno ci sara' un punto di partenza e si valuteranno le cose che si potranno fare,pero' almeno sapremo cosa dovremo combattere per cercare di risolvere il problema e si fara' finalmente una cosa mirata.Le posso assicurare che avere in continuazione il problema di mia madre , probabilmente lei ne ha gia' viste di peggio,non e' il massimo dalla vita e la cosa peggiore e'quando sei nella condizione di dire so' che c'e' un problema ma non so'quale.Io personalmente preferisco sapere da cosa e' dovuto il problema e poi mi posso battere per cercare di sconfiggerlo,rimanere inerte ed aspettare non e' nel mio carattere.Oggi comunque siamo riusciti a ricoverarla e,incrociamo le dita, e' nelle mani di un buon medico, speriamo che si scopra la causa.
Grazie del tempo concessomi , spero di saperle dire al piu' presto notizie in merito.
cordiali saluti
paolo