Utente 258XXX
Buonasera, sono una ragazza di 24 anni ed è da mesi che soffro di dolori al petto a sinistra che poi si inoltrano al braccio sinistro, al collo e alla mandibola sinistra. Questi dolori aumentano con lo sforzo provocando tachicardia, dispnea ed extrasistole, ma ultimamente mi danno tanti problemi anche appena dopo mangiato o addirittura mentre sto mangiando. Inoltre l'altro giorno mi sono preoccupata un attimo per un problema in famiglia ed il dolore è diventato fortissimo. Ho eseguito in questi mesi ecg, ecocardiogramma, test da sforzo e holter delle 24 ore, tutti negativi, secondo il cardiologo il cuore è a posto. Prendo solo il bisoprololo in quanto i battiti cardiaci sono elevati. Ma posso veramente stare tranquilla?è solo ansia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Indagherei stomaco ed esofago: spesso i dolori da lei riferiti hanno origine da ernia jatale e/o reflusso gastroesofageo.
Ne parli con il suo medico per valutare la opportunita' di una gastroscopia
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la sua risposta.
Avevo già eseguito una gastroscopia dove risultava solo il cardias incontinente. Da alcuni giorni ho infatti ricominciato a prendere del gastroloc ma per ora senza risultati. Lei dice che potrebbe essere solo un problema di stomaco? La prossima settimana dovrei partire per alcuni giorni di ferie, secondo lei posso stare tranquilla dal punto di vista cardiaco?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il farmaco che lei ha iniziato ad assumere e' un ottimo farmaco, ha solo bisogno di qualche giorno per entrare appieno in funzione.
Eventuualmente puo' assumere degli antiacidi in bustina in caso di sintomi, il suo farmacista potra' consigliarla in questo senso.
E' importante evitare tutto cio che puo' aumentarle la secrezione gastrica ( alccol, nicotina...)
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi se rispondo solo ora a distanza di settimane, comunque la ringrazio molto per il suo consulto.
Purtroppo non sono ancora riuscita a risolvere questo mio problema, al minimo sforzo mi mi manca il fiato, la tachicardia, dolore al petto a sinistra (sia sopra che sotto il cuore), al braccio sinistro che a volte si irradia al collo e mandibola. Il dolore al petto poi si presenta anche mentre mangio o dopo mangiato, anche se prendo il gastroloc.
Proprio oggi ho eseguito la visita medico sportivo dal mio medico che è specializzato in questo campo (visto che tutti mi consigliano di fare sport per rilassarmi), il test da sforzo è risultato negativo (secondo lui non respiro solo bene) però dopo che sono tornata a casa mi sono iniziati i dolori al petto a sinistra. Non so più cosa fare, un'ortopedica aveva anche ipotizzato che fosse una sindrome dello stretto toracico ma solo l'ecodoppler nella manovra di abduzione è risultato positivo tutti gli altri esami erano negativi. Secondo lei posso stare tranquilla che non sono dolori cardiaci?angina?
Grazie, cordiali saluti