Utente 313XXX
Buongiorno,
ho 33 anni e ho effettuato 3 spermiogrammi nell'arco di un mese e tutti NON hanno rilevato spermatozoi (zero) o elementi germinali (zero). I volumi di eiaculato sono sempre stati superiori a 4ml e anche il PH sempre superiore a 7.5. Sulla base delle analisi del sangue spiccano i seguenti valori: testosterone libero calcolato 0,35 (valori di riferimento 0.18 - 0.53) prolattina 452 (valori di riferimento 86 - 324) FSH 18,9 (valori di riferimento 1.5 - 12.4) LH 11,6 (valori di riferimento 1.7 - 8.6). Ho inoltre effettuato ecografia testicolare dove si sono riscontrati volumi pari a 10cc e 9.5cc (indicati come limite inferiore ma ancora nella norma), inoltre è indicato che "non si apprezzano alterazioni numeriche o di calibro dei vasi venosi perifunicolari". Appena nato ho avuto una bronchite a 40 giorni di vita e gli orecchioni li ho fatti all'età di 10 anni. Non sono mai stato operato e non ricordo traumi (almeno all'apparato uro-genitale). Che esami mi consiglia di fare per avere un quadro clinico completo (ed identificare se l'azoospermia è di tipo secretivo o ostruttivo)? Che cure fare per ristabilire i parametri nella norma, anche solo per poter provare una icsi? Grazie in anticipo per la gentile disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
la prolattina elevata dovrebbe essere ripetuta per essere confermata. si fa mantenendo l'ago in sede e facendo un doppio prelievo a distanza di 30' dal primo. L'FSH elevato è un indice di danno testicolare. potrebbe trattarsi di un deficit di produzione degli spermatozoi ma non si può escludere la concomitanza di una ostruzione. Situazioni di questo tipo sono abbastanza difficili da normalizzare. va valutata l'opportunità di un prelievo testicolare che però va fatto in ambiente specialistico in modo di poter conservare gli eventuali spermatozoi reperiti.
cordalmente
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Biagiotti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.