Utente 313XXX
Salve ho 35 anni, e da 1 mese ho problemi erettivi.
Premetto che non ho mai avuto problemi di erezione, eccetto in 2 -3 occasioni in 20 anni che ho attività sessuale, per motivi senz'altro trascurabili.

Premetto che ho fatto ho una cura di Proscar per la caduta dei capelli , nel dettaglio ho cominciato ad assumere la pillola divisa in 4 parti (1 quarto ogni mattina) da circa 10 mesi, l'ho sospesa solo 3 settimane fa e poi lo ripresa una settimana fa diminuendo la dose ad 1 quarto a giorni alternati prendendone solo 2 dosi poi l'ho sospesa del tutto per via del problema erettile.

Faccio atletica leggera, nello specifico dechatlon, e mi alleno 5-6 volte a settimana (l'allenamento comprende anche palestra e quindi pesistica).

Vado anche a cavallo e da 2 mesi sono passato da una girata solo la domenica a 3 uscite a cavallo di 2 ore ciscuna alla settimana.

Mi sono lasciato da 3 mesi e mezzo, dopo un rapporto di 8 anni, per via di un tradimento da parte della mia partner, con tutte le conseguenze del caso a livello emotivo quando un rapporto serio e di convivenza viene interotto, rimanendo su questo argomento posso dire che se pur con un pò di difficoltà per le prime 3 settimane anche nel dormire, ho cercato di reagire uscendo con altre ragazze, nello specifico con 3 ho avuto una breve relazione nel mese di Maggio e Giugno, a livello sessuale devo ammettere che avevo notato che i miei rapporti duravano molto più a lungo(circa 45 minutio/1 ora) rispetto alla durata alla quale ero abituato con la mia ex ragazza(15-20 mintui circa) (trall'altro ero anche soddisfatto del miglioramento delle mie performance) , però circa 1 mese fa ho avuto un problema di mantenimento dell'erezione dopo circa 30 minuti di rapporto, poi dopo 5 giorni , sempre con la stessa ragazza ho fatto proprio cilecca, il mio dottore mi ha assicurato che è per via del proscar e che non devo più prenderlo e che nel giro di 2 settimane i sintomi sarebbe spariti, nelle ultime 2 settimane ho provato a masturbarmi diverse volte (devo ammettere che ho il terrore di perdere la tenuta della mia erezione) e quando sono sdraiato oppure a sedere sul letto e sono tranquillo a guardarmi un video hard il pene diventa veramente duro e riesco ad avere la mia eiaculazione tranquillamente, provo anche a non toccarlo per 1 minuto per notare se ho perdita oppure no di durezza e non accade , però se mi metto in piedi il pene tende ad ammosciarsi, eccettò ieri sera che non è accaduto stando in piedi anche 3-4 minuti, a quel punto se perdo l'eccitazione riesco a riottenerla solo se mi metto di nuovo a sedere e guardo immagini di situazione eccitanti.

Vi sarei grato se potesse darmi una vostra opinione riguardo al mio problema, sperando che sia solo temporaneo, il periodo non è uno dei più felici l'aggiunta anche di una disfunsione erettile sarebbe da scongiungiurare.

Grazie della vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i lunghi e costanti periodi di benessere non hanno evitato che,alle prime difficoltà,occasionali,il suo equilibrio abbia ceduto,segno che non si è mai interessato di verificare il perché di tale benessere ricorrendo ad un routinario controllo andrologico,per così dire,preventivo.La finasteride non può essere tirata in ballo come momento eziologico ma,va da se che,a questo punto,per non allenare la fantasia,sia consigliata una visita androlologica con valutazione obiettiva ed ormonale-Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Mi chiedo se devo preoccuparmi oppure la cosa , se pur con qualche visita ed eventualmente terapia consigliata, sarà risolta senza grossi problemi.

grazie della disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...se la preoccupazione è legata all'assunzione della finasteride,sarei tranquillo.Un controllo andrologico sarà utile per "gestire" in maniera consapevole i momenti di disagio sessuale che possono riguardare ogni uomo...Cordialità.