Utente 313XXX
Salve dottori,
soffro di prostatite abatterica da circa tre anni e disturbi dell'erezione, cioè riesco a raggiungere l'erezione ma non riesco a mantenerla, ovviamente ho fatto un sacco di trattamenti con vari antibiotici e farmaci specifici per la prostata ma senza alcun miglioramento...anzi c'è stato un vero peggioramento... adesso non posso piu stare seduto per molto tempo che ho dolori nella zona pubica.
Comunque il problema non riguarda solo la sfera sessuale ma anche urologica in quanto non riesco a urinare bene, ho fatto tutti gli esami al riguardo:
- urocistografia = nella norma
- uroflussometria = risultato ostruito (lo specialista mi ha detto che non è normale a questa età)
- urodinamica = conferma il risultato dell'uroflussometria
Lo specialista mi ha chiesto di fare accertamenti neurologici ma tutto è nella norma anche la risonanza magnetica non è risultato nulla di anomalo.
Ora dottori posso darvi come ultimo dato che conduco una vita sana: pratico molta attvità motoria aerobica e anaerobica, alimentazione corretta con pochissimo se non completamente assente l'uso di piccanti e salumi (solo tacchino).
Non riesco piu a bere neanche una birra che subito accuso bruciore al pene e difficoltà e bruciore nella minzione.
Altra particolarità riguardo alla sfera sessuale che non raggiungo l'erezione massima e con il pene come se fosse sempre freddo (flaccido).
Ora dottori so che in vias telematica è difficile dare un consulto ma quello che vi chiedo è una delucidazione sul tutto: Come è possibile che tutti gli esami che ho fatto sono nella norma mentre io accuso tali disturbi? Conoscete qualche esame che magari non ho ancora fatto è potrebbe risolvere o per lo meno chiarire il problema?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il Suo storico non permette che noi,da questa postazione telematica,si possa modificare una strategia diagnostico-terapeutica posta da specialisti reali.Piuttosto,mi sembra singolare che non abbia eseguito un ecocolordoppler penieno.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottor Izzo,
Innanzitutto grazie per aver risposto comunque ho eseguito ogni genere di test ormonali e funzionali (ecodopler, che non saprei se è diverso dall'ecocolordopler) ma il problema è che c'è un'anomalia nel flusso minzionale (ci sono giorni che devo concentrarmi nel vero senso della parola per urinare);
Ora ovviamente non chiedo una diagnosi via internet ma secondo la vostra esperienza e in base alle informazioni ed esami che ho gia effettuato ci sono altri esami che potri fare riguardo alla vescica o se ci possano essere altri disturbi che creano questa 'pigrizia' della vescica che tra l'altro i dottori hanno detto che probabilmente la prostatite abatterica è dovuta ad un eccessivo sforzo nella minzione e zona pelvica.