Utente 313XXX
Buongiorno, sono nato con una curvatura congenita ventrale del pene che rimaneva all'ingiù anche nelle mutande. Intorno ai vent'anni ho cominciato a indossare intimo più stretto ed a tenere l'organo sempre all'insù (soprattutto durante le erezioni, tipicamente continue a quell'età). Dopo qualche mese ho cominciato a sentire dolorini all'asta ed il pene ha cominciato a raddrizzarsi. Il tutto è stato sottovalutato sia per mia ignoranza, sia anche per un paio di dottori che mi presero per pazzo. Il quadro si è evoluto con una formazione di una sorta di anello che restringe il pene di poco nella sua circonferenza ma senza avvertire placche dure al tatto; un accorciamento di un 1-1,5 cm del pene che adesso è dritto, con un leggero incurvamento dorsale. Ormai sono passati più di 10 anni (ne ho 34), non ho sentito più dolori in quest'arco di tempo ed ho normali rapporti con erezioni normalissime. Informandomi su internet penso che sia stata una peyronie causata da microtraumatismo continuato. Quello che mi pare strano è che questo anello circondi interamente il pene, anche sotto il corpo spongioso: solamente che sul dorso e lateralmente è sempre ben visibile durante l'erezione ed un pò irregolare, mentre in zona ventrale appare solamente nei momenti di massima erezione, come una linea sottilissima sotto pelle, appena visibile. So che non vedendo dal vivo non potete giudicare e sarebbe ora che io faccia un'ecografia dinamica, ma secondo la vostra esperienza può succedere che la placca ad anello prenda l'intera circonferenza del pene ( visto che leggo sempre di lesioni alla tunica albuginea solo nella zona dei corpi cavernosi) magari interessando la fascia di buck? La domanda perchè mi sto fissando che ci sia stata una lesione al corpo spongioso, anche se penso che ai tempi avrei dovuto perlomeno avere ecchimosi nella zona ventrale e dolore forte, cose mai avute. Scusandomi per la prolissità spero in una vostra gradita risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,si procuri delle foto in erezione e le porti in visione ad un esperto andrologo che,credo,eseguirà un ecocolor doppler penieno dinamico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore per la risposta ma mi potrebbe dire se una placca ad anello può essere possibile che sia per tutta la circonferenza del pene; ripeto anche se sottilissima si vede anche in zona ventrale, sotto il corpo spongioso.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la estensione della placca è possibile valutarla solo con la diagnostica per immagini e non obiettivamente.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Scusi se insisto ma in linea teorica è possibile?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non ho altro da aggiungere.Cordialita'