Utente 285XXX
Egr. Dr. sono tre giorni che ho il collo del piede dx gonfio, solo ieri ho smesso di prendere il norvasc l'ho sostituito con il lercadip 10 mg le volevo chiedere come posso coadiuvare il ritorno alla normalità del piede, quanti giorni occorrono per sgonfiarsi e se ciò può comportare aggravamento o quant'altro. Dalle ultime analisi è risultato l'azotemia a 49 il range di riferimento è 17 - 43 ciò può essere una causa le scrivo per un suo parere in merito grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È improbabile che l edema di un solo piede sua legato al norvasc. Di solito infatti l edema da calcio antagonisti è simmetrico.
Anche la lercandipina è un calcio antagonista, e pertanto puo abche essa favorire la comparsa di edemi.
Il fenomeno tuttavia è solo di rilevanza estetica. Se fosse fastidioso, è necessario cambiare classe di farmaci.
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta in effetti è il piede dx quello più evidente ma anche la caviglia sinistra interna è gonfia. A volte verso sera questo gonfiore dal collo del piede propende verso la gamba sopra la caviglia, ma quanto dura questo fastidio? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dura finche' l'effetto vasodilatatore del caldo si aggiunge all'effetto vasodilatatore dei farmaci che assume.
Tenga inoltre presente che il grave sovrappeso che ha, oltre a rappresentare un importante fattore di rischi cardiovascolare di per se, si oppone al ritorno venoso e favorisce anch'esso la comparsa di edemi.
Utile , a parte una stretta dieta ipocalorica e il camminare a lungo, bere molta acqua e mangiare senza sale aggiunto negli alimenti.
Arrivederci
cecchini