Utente 310XXX
Buonasera,
sono un ragazzo di 24 anni, altezza 1,74 peso 68kg, fisicamente atletico, fin da piccolo praticante di arti marziali e dall'età di 17 anni praticante di body building a livello non professionale, per hobby, non faccio uso di proteine/aminoacidi sintetici e ovviamente steroidi e cosi via.

Premetto che mi scuso nell'eventuale ramo medico errato, in quanto non sono sicuro se l'oggetto dell'eventuale e spero possibile diagnosi sia di natura cardiologica o neurologica, ma vengo al dunque.

Circa 2 anni e mezzo fà mi capitò in seguito a una seduta di allenamento in palestra tornando a casa di riscontrare un malessere che all'epoca mi portò debolezza, giramenti di testa, vertigini un senso di spossatezza generale, malessere che a intervalli totalmente irregolari e non troppo frequenti comunque capitava.
Quest'anno il malessere in questione "salì di livello" nel senso pur rimanendo non frequente e sempre conseguente ad allenamenti è iniziato a divenire più complesso, oltre ai sintomi precedentemente elencati, si aggiunsero ipersudorazione, battito cardiaco accellerato, una sorta di visione ottica iper illuminata, ripetuti sbadigli come se improvvisamente piombasse una forte stanchezza e in 2 casi separati a mesi di distanza il malessere concludeva con uno svenimento.
Io associai il malessere a una mia possibile lunghezza nella fase digestiva e a un eventuale inizio allenamento che inficiasse su di essa, stando attento a non allenarmi quindi prima di 5h dal pasto principale (pranzo) per vari mesi non ho avuto alcun problema. Nel mese di maggio il malessere però ritornò in presenza di un amico che mi raccontò del mio svenimento e di conseguenti tremiti o convulsioni sommate a pupille bianche.
Ad oggi mi sento spesso fiacco e indebolito, io sono uno studente universitario e a detta di molti studio e caldo portano a questo stato, naturalmente nel periodo estivo non pratico allenamenti ma ogni qual volta che mi alleno a casa, flessioni, addominali e simili sento questo malessere "dietro l'angolo" e interrompo.
I medici mi hanno prescritto vitamine, integratori che ho preso costantemente ma senza nessun tipo di risultato.
Attendo quindi un vostro gentile responso e in ogni caso, grazie dell'attenzione e mi scuso per la lunghezza del testo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L episodio del Maggio appare essere una crisi epilettica.
È opportuno che lei si rivolga ad un Neurologo della sua zona. Eviti polivitaminici che fanno bene solo al suo farmacista.
Arrivederci
Cecchini