Utente 619XXX
Salve sono Marco di 36 anni. circa 3 mesi fa fo cominciato a notare di notte del sangue dalle gengive, dopo aver fatto accurata pulizia dal dentista e fatto anche raggi alla bocca e a singole zone dove usciva piu' sangue il problema sembrava in via di risoluzione ma noto che seppur di meno ma sanguinano ancora.mi succede perlopiu' di notte ma a volte anche di giorno e ovviamene se mi "succhio le gengive".molto spesso anche durante uso dello spazzolino.Il dentista mi ha piu' volte detto che se tutti avessero la mia dentatura andrebbe fallito.. mi fa dato del gel dentosan ma vedo che non succede nulla.C'è un rimedio piu' radicale? qualora mi fosse chiesto sono sicuro che non arriva dalla gola il sangue visto che non ho tosse,ne catarro ne il ben che minimo conato di vomito e quindi non credo venga su da solo per non parlare del fatto che la gola è sempre pulita a diffrenza delle gengive nella zona dei canini superiori e vicino.
saluti e grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gianluigi Giammaria
24% attività
0% attualità
12% socialità
RAVENNA (RA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
se il suo reale problema sono le "gengive sanguinanti" ciò che ha fatto il suo odontoiatra di fiducia è decisamente corretto.
varie sono le cause che determinano una infiammazione delle gengive (e di conseguenza sanguinano): una delle principali è la presenza di placca e tartaro sia sopra che sub gengivale
La invito quindi a recarsi di nuovo dal suo odontoiatra ed a far presente il proseguire del sanguinamento: magari riterrà opportuno effettuare altro (del tipo scaaling root planing se vi sono delle tasche parodontali)o approfodnire con ulteriori esami diagnostici, sia odontoiatrici che non.
spero di esserle stato utile
cordiali saluti
[#2] dopo  
64156

Cancellato nel 2012
Gentile paziente,

Concordo con quanto affermato dal collega precedente.
Vorrei aggiungere che, se il suo dentista, una volta effettuati tutti gli esami diagnostici sul parodonto ( status radiografico completo, compilazione della cartella parodontale ), escludesse il fatto che lei è affetto da parodontite, allora sarebbe opportuno effettuare un esame
"emocromocitometrico" del sangue, perchè, a volte, un sanguinamento gengivale non motivato da cause locali può dipendere da altre cause sistemiche.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Molto probabilmente il problema è dovuto al fatto che Lei presenta della tasche ossee (che d'altronde devono essere diagnosticate tramite ispezione con sonda parodontale e status Rx). se così è basta fare dei piccoli interventini e il problema verrà risolto. Torni dal suo odontoiatra e si faccia fare una visita più "mirata".
A presto
[#4] dopo  
Utente 619XXX

Iscritto dal 2008
lunedi' 9 giugno ho la prossima visita odontoiatrica nel frattempo posso precisare che l'esame emocromocitometrico l'ho fatto da poco essendo affetto da ipergammaglobulinemia policlonale e anche la successiva visita dall'ematologo mi ha confermato che è tuto ni valori degli anni precedenti visto che ne soffro da sempre.vi terro' aggiornati e nel frattempo vi ringrazio molto della disponibilita'
Saluti
Marco