Utente 314XXX
Buongiorno Dottori,

Premetto che ho già un appuntamento da uno specialista a breve ma nel frattempo volevo chiedervi un primo consulto su un problema che mi affligge da un mese a questa parte. Tutto è cominciato con un'aumento di un debole sgocciolamento post-minzionale che ho da anni. Pochi giorni dopo ho cominciato ad avere dolori alla zona pubica e su tutta la linea verticale del pene(il dolore non aumentava durante la minzione), un lieve fastidio ai testicoli e un aumento nella frequenza della minzione. Mi è stata diagnosticata una uretrite non specifica e mi hanno dato la doxiciclina per 7giorni. Un giorno dopo il termine tutto è cominciato di nuovo, devo dire che era pure un momento di grande stress per me, e mi hanno dato di nuovo la doxiciclina per 14gg. Al sucessivo controllo il dottore dopo aver eseguito una visita e due tamponi uretrali mi ha detto che ha trovato la zona ancora un po infiammata e quindi mi ha dato Zitromax e metranidazolo per 5 giorni. Lui ha trovato anomalo il fatto che il glande fosse ancora umido dopo 4 ore dall'ultima minzione. Il dolore alla vescica e al pene sembrano essere passati, mi rimane solo un leggerissimo senso di pesantezza alla vescica che mi indurrebbe alla minzione e una sensazione fastidiosa ai testicoli. La cosa che mi desta più preoccupazione però e il fatto che l'altra sera durante l'autopalpazione dello scroto, che non avevo mai fatto, ho sentito una cosa anormale sulla parte bassa del testicolo destro. Al tatto sembrerebbe una protuberanza di più o meno uno-due centimetri quadrati molle e come piena di cavetti se possiamo dire. Potrebbe essere questo un varicocele o una cosa più grave? Dopo la palpazione ho continuato a sentire un dolore più acuto al testicolo e al fianco destro. In questi ultimi mesi ho cambiato lavoro e stile di vita e praticamente passo più o meno 10 ore al giorno seduto, soffro molto spesso di emorroidi pure sopratutto nei periodi caldi (come questo ultimo mese). Volevo anche portarvi a conoscenza di un problema che non so se possa aiutare: io non sono mai riuscito ad indossare i boxer. Penso di avere avuto più o meno 14-15 anni la prima volta che li ho provati e da allora il risultato e sempre lo stesso, dopo 10 minuti che li indosso ho dei dolori lancinanti ai testicoli che mi impediscono di tenerli. Questo mi è capitato qualche volta anche con dei pantaloni piuttosto strettini o con il cavallo alto diciamo.

Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a questo punto,conviene che qualsiesi giudizio,da parte nostra,segua la diagnosi dello specialista reale di riferimento.Non fa alcun cenno ad esami colturali delle urine e dello sperma,nè ad uno spermiogramma che,routinariamente , andrebbe eseguito alla sua età.Infine,credo che il collega le consiglierà un ecocolordoppler scrotale...Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

un andrologo potrebbe visitarla e capire se quello che lei percepisce sia patologico o normale.
Una ecografia testciolare sicuramente dovrebbe essere efeffttuata acanto anche ad un esame del liquido seminale per vedere se esistano problematiche testicolari.
i suoi disturbi potrebbero far pensare al coinvolgimento della prosta e/o delle vescicole seminali
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Vi Ringrazio Dottori,

Purtroppo al momento mi trovo all'estero e i primi accertamenti li ho fatti qui. Mi hanno fatto gli esami delle urine ma non so se si é trattata di un'urinocultura, si sono limitati a dirmi che era tutto ok. Ieri sera é stata la seconda notte senza antibiotici e per un paio di ore ho sofferto di nuovo tutti i dolori piú un lieve dolore alla schiena nella parte bassa. Ho notato che questo dolore cresce esponeziamente se mi stendo a pancia all'aria. Tra pochi giorni rientro in patria e andró a farmi una bella visita. Un'ultima domanda andrologo o urologo? Possono andare bene entrambi o sarebbe piú indicato uno in particolare?

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ha mai avuto coliche renale e/o renella?E' stato in un Paese del III mondo?Andrologo o Urologo fa lo stesso.Ci aggiorni,se ritiene.Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

forse è più semplòice trovare un urologo che un andrologo o una struttura ospedaliera con ambulatorio di urologia dove troverà competenze valide
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottori,

Vi aggiorno sull'andamento della situazione. Ho fatto la visita urologica dalla quale è emerso il seguente risultato:
Prostato-uretrite lieve con epididimite. Su consiglio dell'urologo ho effettuato pure una ecografia scrotale con ecocolordopler alle v.v. spermatiche. L'epididimite è stata smentita, in compenso sono state rilevate le seguenti:
-Evidente scrotolia a livello del sacco scrotale in prossimità del polo inferiore del testicolo di sinistra.
-A destra è evidente, sopratutto durante manovra di ponzamento, dilatazione delle vene del plesso pampiniforme con reflusso come da varicocele di secondo grado.
Mi è stata consigliata la seguente cura:
Levofloxacina 500mg 1 cp al giorno per 20 gg e Permixon 320mg 1 cp due volte al giorno per 1 mese e poi 1 cp al giorno per 2 mesi. Ora sono al sesto giorno di cura e il dolore ai testicoli è quasi scomparso del tutto. Mi rimane una sensazione di pesantezza sulla vescica soprattutto al pomeriggio/sera. Devo aspettarmi un lento miglioramento delle condizioni attraverso questa cura?

Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Cari Dottori,

Sono arrivato a metà cura e piano piano tutte le sensazioni stanno svanendo. Purtroppo da due giorni si è aggiunto un ulteriore problema, ho cominciato ad avvertire un pizzicore al glande e controllando bene ho notato che era più rosso del solito, stessa cosa per la pelle del prepuzio, era arrossata pure quella. Ho trovato pure delle secrezioni bianche nella zona del glande il quale è ricoperto nel 60% da una patina bianca. Può essere questo dovuto all'antibiotico il quale mi ha provocato pure delle stomatiti?

Cordiali Saluti,