Utente 298XXX
Gentili dottori, vi scrivo per avere un vostro parere e dei chiarimenti in attesa di vedere uno specialista. Premetto che io e mia moglie abbiamo già una bambina nata a giugno 2010 e a marzo 2012 abbiamo concepito di nuovo anche se poi la gravidanza si è rivelata una geu. Da allora dopo un po' di mesi abbiamo cominciato a riprovare ad ottenere una gravidanza che però non è arrivata. Su consiglio del ginecologo che ha prescritto una serie di analisi a mia moglie ho effettuato uno spermiogramma. questi i risultati:
Astinenza sess. 4 gg
Aspetto: diafano
Colore: grigiastro:
Volume: 3.0 ml
Viscosità: nella norma
Liquefazione regolare
Ph 7.7
Leuociti:0-1 p.c.m.
Cell.immature: 0-1 p.c.m.
Spermat./ml: 500.000
Motilità
1° ora
a)progressiva rapida 10%
b)progressiva lenta 15%
c)non progressiva 10 %

2° ora
a) progressiva rapida 10%
b) progressiva lenta 10%
c) non progressiva 10%

test di vitalità 64%

batteri: assenti
agglutinazioni: assenti
emazie: assenti
det. prostatici:assenti
muco-pus: assenti
corpi gelatinosi: assenti
cell.epiteliali assenti

osservazioni: spermiocitogramma non eseguibile per oligozoospermia, le rare forme osservate a forte ingrandimento presentano prevalentemente alterazioni a carico del collo e della testa.

Ora, penso, che l'esame ha dei valori abbastanza allarmanti e vorrei chiedere a voi se questa situazione possa essere degenerata in quest'ultimo anno e quali possono essere le cause che l'abbiano indotta. so che senza una visita non è possibile dare una diagnosi ma vorrei capire cosa può essere che abbia così compromesso la produzione spermatica. un'ultima domanda: io soffro di ernia discale che negli ultimi mesi periodicamente mi crea un dolore che si propaga sulla gamba sinistra e mi indolenzisce anche il testicolo sinistro. può questo dolore aver creato un infiammo al testicolo sx e comprometterne il funzionamento? grazie in anticipo per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
le cause di compromissione della spermatogenesi sono parecchie per cui dovrà aspettare il responso dello specialista che potrà visitarla.
quanto alla possibilità che l'ernia discale infiammi il testicolo è abbastanza improbabile. la dolenzia che sente al testicolo è probabilmente indotta dall'ernia e non dipende da una patologia testicolare.
salvo deduzioni diverse dello specialista.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la sua situazione seminale dovrebbe essere riconfermata da almeno un altro esame spermiogramma.
Si tratta di capire come mai ci siano queste alterazioni seminali, apparentemente poco compatibili con una capacità fecondante, o come possano essere insorte.
Una valutazione dei valori di LH e FSH andrebbe valutata
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Gentili dottori vi ringrazio per l'attenzione che mi avete dato. quindi anche uno scompenso ormonale potrebbe creare un'alterazione così notevole a livello della spermatogenesi? è possibile che questa situazione si sia creata in quest'ultimo anno, visto che comunque nell'arco di tre anni sono riuscito a fecondare due volte? potrebbero essere dei danni irreversibili? mi scuso in anticipo per l'insistenza e so che non potete darmi una risposta certa, ma vorrei capire a grandi linee quali potrebbero essere le cause e a cosa mi devo preparare...
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Gentili dottori, in merito al problema che vi ho esposto, ho un dubbio.
Ho accennato al fatto di avere un'ernia discale che mi ha creato parecchio dolore nei mesi precedenti e per cui, su indicazione del medico curante, ho fatto una cura per un bel pò di tempo con antinfiammatori a base di dexibuprofene.
Ho letto ora sul bugiardino, però, che questo farmaco se assunto per lunghi periodi può provocare nella donna infertilità temporanea in quanto inibisce la sintesi del proglastandine.
Ora, nel mio caso, potrebbe l'assunzione continuativa di questo farmaco, aver creato problemi anche a livello di spermatogenesi? vi ringrazio in anticipo per l'attenzione e per l'ottimo servizio che offrite!
[#5] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Teoricamente è possibile che sia andata così. se questa fosse l'unica causa in pista, a distanza di un paio di mesi dall'ultima assunzione la normalità potrebbe ripristinarsi. lo saprà alla prossima analisi.
cordialmente