Utente 314XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 23 anni e soffro periodicamente di "mal di stomaco". Gastroscopia ed ecografia addominale svolte lo scorso anno sono risultate negative. Ho trovato sollievo con l'assunzione di spasmomen e obimal per un paio di settimane, ma la sensazione tende a ripresentarsi con diversa intensità ogni tot di tempo.

Il dolore che avverto è come una compressione e un indolenzimento della porzione alta e centrale dell'addome, come se gli organi fossero troppo schiacciati tra loro. A volte trovo sollievo subito dopo aver mangiato qualcosa ma l'indolenzimento si ripresenta dopo poco. Inoltre spesso si presenta dopo l'evacuazione.
Questa sensazione in alcuni periodi è tanto forte da darmi anche problemi respiratori, (avverto l'incapacità di riempire completamente i polmoni). Ho notato che respirando in modo tale da trattenere l'aria nell'addome, sento una momentanea sensazione di sollievo, che subito però viene sostituita da altro dolore (sempre nella stessa zona) o a volte anche da nausea. Cambiando posizione (tirandomi a sedere più diritta o voltandomi su un fianco quando sono a letto) la sensazione di indolenzimento muta, a volte si affievolisce, ma non scompare. Stando molto tempo in piedi è facilissimo che questa sensazione si presenti.

Questi ultimi giorni il “mal di stomaco” è decisamente forte e, dato che corrisponde a un periodo in cui mi sento estremamente debole, mi è venuto in mente (e per questo ho posto la mia situazione nella sezione di cardiologia) che questa sensazione di compressione e indolenzimento potrebbe essere collegata alla mia ipotensione e ai periodi in cui questa diventa più importante.
Ho durante tutto l'anno la pressione bassa ma in questo periodo questa si ferma su 80-40 (86-44 in genere) e quando va meglio su 90-50. Raramente i valori aumentano. A questa situazione è associata una stanchezza davvero debilitante e deprimente, con frequenti mal di testa e soprattutto questa sensazione di indolenzimento o vero e proprio dolore addominale di cui ho parlato sopra. La digestione è estremamente difficoltosa e raramente trovo appetito, spesso si presenta anche nausea.
Ieri ho fatto una visita presso il medico di famiglia che, una volta constatati i valori pressori (90-50), mi ha prescritto delle gocce (gutron) e un integratore (car-go).

La mia domanda è questa: è possibile che questa sensazione opprimente/compressoria e dolorosa a livello addominale sia una conseguenza meccanica alla mia situazione pressoria, magari in particolare a livello dell'aorta addominale?
E poi vorrei sapere: aumentare la tonicità della parete addominale potrebbe avere ripercussioni positive in questa situazione (magari c'è bisogno di un 'impalcatura' migliore per sostenere gli organi)?
Consultare un nutrizionista potrebbe aiutarmi a gestire questa sensazione di debolezza legata alla pressione e le difficoltà digestive?

Grazie dell'attenzione,
saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi limito ad esprimere un parere per il campo di mio interesse. Non metterei in rapporto i sintomi che ha con potenziali problemi cardiologici. Alcuni dei suoi disturbi possono essere giustificati dall'ipotensione, ma altri sembrano francamente indipendenti. Per l'ipotensione personalmente non concordo affatto con le gocce di gutron e l'unico consiglio mi sento di darle e di mangiare più salato nel periodo estivo.
Cordialità