Utente 284XXX
Buongiorno, chiedo gentilmente se sono noti casi di leucoplachia indotti da uso prolungato di corticosteroidi inalatori, in assenza di altri fattori di rischio.
Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il fattore di rischio principale per lo sviluppo diuna leucoplachia è il fumo ed il traumatismo cronico.
Se in seguito a terapie cortisoniche prolungate le sono comparse sulla mucosa del cavo orale delle lesioni bianche non removibili, è più probabile che siano ascrivibili ad una forma di candidosi orale iperplastica da cui può scaturire una leucoplachia.
In casi di questo tipo come del resto quando si presenta in bocca una lesione bianca non asportabile e persisitente, è necessario l'esame istologico per confermare la diagnosi clinica previa biopsia o asportazione in toto della lesione.
CordialiSaluti