Utente 314XXX
Buongiorno, la mia probematica è la seguente

Avevo un dolore nella zona dei peli pubici, con un leggero gonfiore, solo sulla parte dx fino ad arrivare all'inguine. Dolore e gonfiore scomparsi con un semplice ananase in qlc giorno.

Il dolore pero, non é mai scomparso nella parte centrale, fino a farmi accorgere.che dall attaccatura del pene parte una sorta di "cordoncino" che va verso dx e scende fino alla parte del pene nascosta alla vista, visibile per 3/4 della lunghezza del pene. Cordonicno che riesco anche a tenere tra le dita poiché nn fa parte del "corpo" del pene.

Contemporaneamente, noto che questo cordoncino, sensibile al tatto ma che nn mi produce dolore, passa nelle vicinanze di quello che era una specie di brufolo che ho scoppiato per ben 2 volte a distanza di qlc giorno(anche se poi ho letto che nn avrei dovuto).

Il medico mi ha detto.che tutto potrebbe essere correlato con la questione del.brufolo scoppiato e che.magari ha provocato.un'infezione, prescrivendomi una pomata a base di cortisone che applico da ieri.

Devo dire.che il dolore alla base del pene si è già affievolito cosi come il brufolo scoppiato.che si é considerevolmente ridimensionato, il cordoncino no.

Scusandomi se sono stato prolisso, mi chiedo se questa correlazione potrebbe esserci stata realmente e quanto, nel caso in cui.fosse.cosi, ci impiega la situazione a scomparire.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
eviti tutte quelle abbreviazioni, che sennò il testo è "rognoso" da leggere. Quanto al cordoncino ci vanno messe le mani direttamente sopra da parte di esperto collega che non è chiaro se è del sottocute (allora è un conto, (e potrebbe avere ragione l suo medico) oppure della tunica del pene e potrebbe essere peyronie. Senta collega dfal vivo.
[#2] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Credo si possa considerare del sotto cute, perché prendendo il cordoncino tra le dita si muove solo la pelle e non anche il pene in senso stretto, il quale rimane fermo.
Quindi mi conferma una possibile interazione tra i due fenomeni?
E se cosi fosse quanto dovrei attendere per far "sfiammare" questo cordoncino?
Grazie per la.disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Per quanto mi fidi di lei, deve perdonare, che preferisco sia un collega a fare la diagnosi differenziale.
[#4] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Il dottore ha confermato la posizione sottocutanea del cordoncino e mi ha fatto continuare l'applicazione della crema a base di cortisone.

con la crema a base di cortisone applicata da sabato, il "brufolo" si è quasi completamente riassorbito fin quasi a non notarsi più.

Stessa cosa per quanto riguarda il dolore che avevo alla base del pene, laddove iniziava questa sorta di cordoncino.

Tuttavia, il cordoncino stesso non sembra essersi assottigliato o ritirato in maniera significativa, seppur non abbia più dolore.

Ora vorrei soltanto capire se c'è una tempistica per tornare ad una situazione di normalità, ovvero quanto tempo ci impiega questo cordoncino a perdere di spessore.

Scusi ancora il disturbo, ma non sono del tutto rasserenato.

Grazie per la collaborazione.

[#5] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Il dottore ha confermato la posizione sottocutanea del cordoncino e mi ha fatto continuare l'applicazione della crema a base di cortisone.

con la crema a base di cortisone applicata da sabato, il "brufolo" si è quasi completamente riassorbito fin quasi a non notarsi più.

Stessa cosa per quanto riguarda il dolore che avevo alla base del pene, laddove iniziava questa sorta di cordoncino.

Tuttavia, il cordoncino stesso non sembra essersi assottigliato o ritirato in maniera significativa, seppur non abbia più dolore.

Ora vorrei soltanto capire se c'è una tempistica per tornare ad una situazione di normalità, ovvero quanto tempo ci impiega questo cordoncino a perdere di spessore.

Scusi ancora il disturbo, ma non sono del tutto rasserenato.

Grazie per la collaborazione.

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
questo non lo so proprio, il fatto che sia sottocute la dve rasserenare di default.