Utente 314XXX
Buon giorno dottori. Recentemente ho fatto un esame di liquido seminale e purtroppo mi è stato riscontrata l'assenza totale di spermatozoi. Sono subito andato da un andrologo che mi ha visitato (ecografia ecodoppler scrotale) e mi ha diagnosticato la presenza di varicocele. Questo il referto:
segni di rarefazione parenchimale al didimo destro. Reflusso venoso di II-III grado a sinistra, reflusso di II grado a destra.
A suo giudizio, il varicocele da solo non dovrebbe portare a zero gli spermatozoi. Così mi ha prescritto uno screening ormonale.
Questi i risultati:
FSH (FOLLITROPINA) 22,6 mUI/mL (0,7 – 11,1)
PROLATTINA( PRL) 24,5 ** ng/ml (2,5 - 17)
TESTOSTERONE 148 ** ng/dl (245 - 1590)

In questi giorni, con il morale sotto i piedi, mi documento per quel che posso circa il prossimo step da seguire. Domani chiamo subito il mio andrologo per sapere cosa fare adesso, ma se possibile chiedo anche a Voi un consiglio o un suggerimento su come procedere. Ho grande rispetto e mi fido dei dottori che mi seguono, ma tutti consigliano di sentire più specialisti possibili.

Grazie mille per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la valutazione di paziente azoospermico prevede da linee guida della American Society of Reproduction:
visita
esame obbiettivo
ecodoppler scroatele
esami ormonali (FSH, LH, Prolattina, Testosterone, 17 beta-2estradiolo)
microdelezione y, cariotipo e screening della fibrosi cistica.
Fatto questo si possono tirare un po di somme.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


una azoospermia, anche se associata a varicocele, con valori elevati di FSH è indice di uno stato di sofferenza testicolare che non può essere modicato con terapie mediche o chirurgiche.Se lei volesse avere un figlio, dopo aver effettuato gli esami del caso (microdelezione, mappa cromosomica, CFTR) potrebbe intraprender una ICSI dopo tentativo di recupero di spermatozoi testicolari.
Procedura complessa ma possibile in alcuni casi
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non sono proprio della opinione del dr Pozza, che un basso testosterone in genere semplifica le cose, indipendendentemente da FSH più o meno elevato, rendedenfdo possibile, se presenti le condizoni citate nel precedente mio post, utilizzo di antiestrogeni.
[#4] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per le tempestive risposte. Il mio andrologo ancora non si è pronunciato perchè non ha ancora letto le analisi, ma domani ci risentiamo.
Nel frattempo, anche leggendo le vostre risposte, mi son fatto due domande:
1) il mio valore FSH di 22,6 è alto? altissimo? mostruosamente alto?
2) il testosterone così basso non è necessariamente un brutto segno?

Grazie ancora e cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Buon giorno.
Il mio andrologo sostiene che il valore FSH è molto alto ed è evidente un danno testicolare.
L'intervento al varicocele potrebbe migliorare un pochetto la situazione, ma se io e mia moglie volessimo un figlio adesso, è forse consigliabile cercare di prelevare gli spermatozoi direttamente dal testicolo, ammesso che ci siano.
Ho chiesto se era il caso di fare altre analisi (tipo per LH, 17 beta-2estradiolo), ma ha detto che il quadro clinico è chiaro e non ci sono cure ormonali per risolvere il problema.
Per lui la diagnosi è confermata: azospermia non ostruttiva.
Leggo che la tecnica microtese non è molto invasiva, ma bisogna saper scegliere bene il chirurgo onde evitare ulteriori danni.
So bene che ogni caso fa storia a sè, ma esiste una statistica in merito al successo di questi interventi?

Grazie

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il testosterone basso potrebbe essere indicativo di possibilità terapeutica con antiestrogeni. Ok per non ostruttiva. E' un anno o due che si usa, per cui da pochissimo. Poi il microtese recupera spermatozi nel 60% dei casi, il TESE convenzionale nel 50%, ma sembra che quel 10% di giuadagno venga poi perso come spermatozi poco funzionali. Sembra.
[#7] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille Dr. Cavallini.
Secondo il suo parere, è sbagliato o peggio potenzialmente dannoso tentare un intervento microtese prima di una eventuale terapia con antiestrogeni?
Lo dico perchè il desiderio di avere un figlio è forte e con mia moglie non vorremmo più aspettare, almeno senza avere certezze che ovviamente non possiamo avere.
La mia paura è anche quella di "perdere" ulteriore tempo.
Stavamo pensando allora di tentare con l'intervento microtese per me e successivamente la ICSI per lei.
Incrociando le dita, qualora tutto dovesse andare bene, potrei sottopormi solo successivamente a terapie o anche ad intervento per varicocele? In modo da avere una speranza in futuro per un concepimento naturale?

Buona serata

[#8] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Buon giorno.
Dopo ulteriori analisi, ecodoppler scroatele, microdelezione y e cariotipo con risultati normali, l'andrologo che mi segue mi ha detto che il prossimo passo è l'intervento chirurgico.
Lavorando all'estero, parlo con lui in inglese.
Oggi mi ha spiegato che nell'intervento prima si cercano spermatozoi nell'epididimo e se non si trovano si va nei testicoli. Nell'epididimo si sa subito dell'esistenza di spermatozoi, mentre nel caso che il testicolo debba essere aperto, da quello che ho capito asportano del tessuto e poi uno specialista verificherà l'esistenza o meno degli spermatozoi. Mi ha detto che ci vogliono circa 4 ore per saperlo. Io avevo capito che con intervento micro-tese si vedevano subito gli spermatozoi, così gli ho chiesto come si chiama questo intervento e mi ha detto: scrototomie exploration. Ho cercato su internet ma non ho capito se stiamo parlando di Micro tese o di un altro tipo di intervento.
Potete aiutarmi a riguardo?
Altra cosa, come risultato della microdelezioney e cariotipo ho solo una lettera che mi dice tutto bene, nessuna anomalia. Ma di solito non si ha un referto più tecnico?
Per favore, rispondetemi. Grazie
[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

il programma proposto dal suo medico è assolutamente realistico e concreto.
Esplorazione scrotale, prelievo di liquido o tessuto dalla testa degli epididimi alla ricerca di spermatozoi, se non se ne vedono al microscopio, si effettuano dei prelievi dai testicoli in posizioni diverse nella speranza di trovare qualche spermatozoo utile per una ICSI. La microtese è semplicemente una procedura che prevede la apertura del testicolo a metà, come se fosse una mela per poter andare a ricercare eventuali spermatozoi nei lobuli testicolari più profondi dove, teoricamente, ma solo teoricamente, potrebbero essere presenti. E' una teoria che non può avere dimostrazioni assolute. nella mia esperienza ne ho effettuate parecchie ma non sono convinto che questa sia "LA SOLUZIONE"
Un valore elevato di FSH deve essere visto come fattore negativo. La terapia con antiestrogeni fa parte delle innumerevoli terapia ormonali proposte, qualche volta efficaci in laboratorio ma di difficile effettuazione in un uomo o una coppia che ha superato i 30-35 anni e che cerca un figlio e non sempre è disposta a fare cure per mesi e mesi senza assoluta certezza di avere risultati
cari saluti
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh, non si preoccupi il collefga inglese fa bene. E' cauto. Hanno assiucurazione venramente "presssanti"