Utente 314XXX
Gentilissimo staff medico di medici italia
vado al sodo, sono un uomo di 44 anni 1.80 x 79 kili, sportivo a livello quasi agonistico, nessun tipo di patologia in atto tranne un fatidico colesterolo a valori anomali: 290 totali con frazione hdl a 75 e ldl a 180. La frazione trigliceridi si attesta sul valore di 55 per un range di 65 150. Posto che trovo in questi dati la conferma di anomalie genetica paterna e che il mio medico mi ha consigliato vivamente di trattare con statine, volevo conoscere l'attendibilità della formula di rischio che si ricava dal rapporto col. Tot/col hdl inferiore a 5 per calcolare il fattore predittivo di problemi cardiaci. Premetto che mi sono sottoposto a screening carotidi e doppler bidimensionale cardiaco che sono risultati grazie a dio ok
cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Un paziente come lei deve assumere statine dal momento che è evidente che la sua è una forma di ipercolesterolemia familiare.
Non ci sono, al momento attuale, opzioni
Arrivederci
Cecchini