Utente 156XXX
Salve, Vi contatto per un problema che ho da circa 1 anno, mi capita di avere spesso ma non dura tutta la giornata intorpidimento del mignolo e dell'anulare del braccio sx sul lato esterno delle dita, toccando il lato esterno dell'avrambraccio in un preciso punto sento dolore, preciso che dormo sempre con il braccio sotto al cuscino spesso anche sotto al torace e con quel braccio mi appoggio sul divano o anche sulla scrivania, avevo letto che poteva essere la "compressione del nervo ulnare" e ho letto che c'è il rischio di un'operazione che appunto vorrei veramente evitare, è possibile risolvere il problema tralasciando i bisturi, o sono costretto? non ho perdita di forza e le dita le distendo bene, a volte ho dolore anche un po al di sopra della scapola sul trapezio. Spero di essere stato chiaro, domani volevo andare a fare una elettromiografia per vedere i risultati.

In attesa di un Vs. riscontro

Vi porgo distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

l'ipotesi di una compressione del nervo ulnare al gomito è molto probabile, ma andrà confermata, oltre che dalla EMG, da una visita specialistica.

Un anno è un tempo abbastanza lungo: se il problema non si risolve evitando di tenere flessi i gomiti durante la notte o di poggiarli su superfici dure durante il giorno, oltre che con una terapia con vitamine neurotrofiche per 30-40 giorni, l'eventualità di un intervento è concreta.

Buona giornata.