Utente 315XXX
Buona sera
Premetto che ho 18 anni
Penso che tutto sia iniziato un'anno e mezzo fa dopo un rapporto sessuale con una ragazza senza protezione, qualche giorno dopo avvertii come un fastidio al pene e controllando notai che il glande era arrossato ed era presente uno strano liquido bianco-giallastro. Pensai che fosse dovuto ad un'errata pulizia perciò aspettai un paio di giorni lavandolo bene e tutto passo.
Da quella volta sarà capitato si e no altre 5-6 volte compreso oggi.
Aggiungo che in erezione non riesco a scoprire il glande (solo 1/3 esce fuori) non so se questo dettaglio può essere d'aiuto per capire quale potrebbe essere il problema.
Ammetto che sono un pò timido ed è per questo che prima di consultare un dottore volevo saperne qualcosa di più.

Aggiungo un'altra cosa, non so se sia dovuto allo stesso problema:
Una mattina al risveglio, non ero l'unico ad essersi svegliato come a tutti gli uomini/ragazzi capita, percepii un forte dolore alla base del pene (era in erezione) e non cessava fino a quando il pene non era a riposo.
Il problema è persistito solo per un giorno sempre un'annetto fa e fino ad ora non mi è più capitato.

Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
16% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente
il quadro da Lei descritto sembra riferibile ad una balanopostite ( glande arrossato ed emissione di liquido biancastro) cioè ad una infiammazione della parte distale del pene. Il fatto importante è nella sua impossibilità a scoprire completamente il glande. Questo comporta oltre a disturbi funzionali anche problematiche igieniche che potrebbero essere all'origine dell'infiammazione e della sintomatologia da lei riferita. Detto questo, diventa opportuno farsi valutare da uno specialista che potrà consigliarla sulla eventuale terapia farmacologica o anche eventualmente chirurgica per correggere le cause di tale fenomeno
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Dottore la ringrazio per la risposta.
Saprebbe mica dirmi quali potrebbero essere le eventuali cure per questa balanopostite?

E per quanto riguarda lo scoprire il glande visto che più di 1/3 non riesco a scoprirlo secondo lei dovrò intervenire con la circoncisione?
Vorrei aggiungere che a riposo riesco a scoprire il glande senza problemi, il problema sorge quando il pene è in erezione.

E da che tipo di specialista dovrei andare per un controllo sia del primo che del secondo caso?

La ringrazio ancora per l'attenzione
[#3] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
16% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
il tipo di trattamento farmacologico e chirurgico non può prescindere da una valutazione diretta
Il mio consiglio è di farsi valutare da uno specialista urologo
Cordiali saluti