Utente 285XXX
Buongiorno, vorrei chiedere il parere di un esperto per una questione che mi tormenta da qualche tempo. Premetto che purtroppo soffro di un disturbo di ansia, e il fatto è che non riesco a capire se la mia preoccupazione sia legittima o totalmente irragionevole, e quindi dettata solamente dalla mia angoscia.
L'anno scorso è stato rimosso un condiloma (causato da hpv) all'inguine al mio ragazzo. Seguito dal suo dermatologo, ha effettuato qualche visita di controllo dopo l'operazione durante le quali il medico gli ha detto che, non avendo ripresentato altri sfoghi nè recidive, poteva considerarsi guarito, ma che lo voleva vedere per un'ultima volta un paio di mesi dopo.
Non avevamo mai avuto rapporti, ma a tre mesi di distanza dalla rimozione del condiloma ne abbiamo avuti alcuni (protetti), poche settimane prima dell'ultimo controllo dal dermatologo, che infine lo ha visitato e decretato guarito.
Volendomi documentare riguardo al virus dell'hpv ho però fatto l'errore di sfogliare tutti i siti possibili ed immaginabili su internet e mi sono imbattuta in informazioni contraddittorie. Perciò vi chiedo: è ragionevole che io tema di essermi infettata in qualche modo o mi sto solamente facendo prendere dal mio solito eccesso di ansia?
Vi ringrazio in anticipo se vorrete rispondermi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Penso che l'ipotesi "ansia" sia corretta!:-)
D'altronde la obiettività clinica è negativa , il tempo di osservazione è congruo , mi auguro che Pap test ed ev.colposcopia sia stato fatto, il patner non ha lesioni ed è controllato....
Che fare di più? Solo controlli routinari periodici ma ..tranquilla!
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto della gentile risposta. Mi metterò il cuore in pace!
Buona continuazione