Utente 691XXX
salve
2 settimane fa ho fatto delle analisi del sangue per controlli
generali mi hanno fatto ripetere l'esame per l'epatite c perchè è
risultato positivo debole, la seconda volta ugualmente, ora ho fatto
hcv-rna qualitativo e quantitativo sono in attesa dei risultati.
mi può dire cosa significa positivo debole visto che non ho avuto
nessuna risposta dai dottori in ospedale?su internet ho letto che può
essere una reazione crociata o una sieroconversione in atto, cosa
significa?
c'è la possibilità di un errore visto che tutte le analisi sono ottime
comprese le transaminasi?
premetto che il mio stile di vita è più che normale: 26 anni ,attività
fisica 4 volte a settimana, non fumo, non bevo, e ho un solo ragazzo.
cortesemente attendo risposta.

[#1] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
La presenza di anticorpi non significa malattia in atto.

Ci sono cross - reazioni capaci di creare anticorpi, come nel suo caso, ma se le transaminasi sono nella normalità e l'hcv rna qualitativo è negativo, si può parlare di fase superata.

Utile è la riverifica degli anticorpi, che esistano o meno reazioni crociate con un altro antigene, tra 6 - 12 mesi.

Nel frattempo, sarebbe utile rinforzare il sistema immunitario (vada ad altre mie risposte su medicitalia ed anche alla categoria Medicina del mio blog) ed il fegato (possibilmente con della silimarina, o convenzionale o alternativo-erboristica, da cardo mariano e tarassaco e cynara s.).

Saluti. MM
[#2] dopo  
Utente 691XXX

Iscritto dal 2008
grazie per il consiglio su come rinforzare il sistema immunitario,
non conoscevo la silimarina ho fatto una ricerca e mi sembra davvero buona,
ho solo un dubbio, visto che non ho ancora ricevuto i risultati dell'hcv rna quanitativo e non so se risulta negativo (lo spero),
posso già usare la silimarina o se risulterò positiva ci saranno effetti collaterali?
se si, posso utilizzare solo la silimarina senza l'accompagnamento del tarassaco e cynara?
[#3] dopo  
56448

Cancellato nel 2008
La silimarina (buona Silimarin IHC, una cps /die) non ha effetti collaterali. Conducendo una buona dieta, con due litri di acqua al giorno, si migliora lentamente, ma nettamente la performance del fegato, che l'hcv quant. risulti positivo o meno.

Nel caso malaugurato le consigliassero poi interferone, personalmente glielo sconsiglio vivamente: i motivi sono molti.

Saluti MM.