Utente 680XXX
Sono una ragazza di Udine, sinceramente non ho mai badato alla pulizia dentale (dal dentista, personale molto!) perche` ogni visita che facevo mi veniva detto che ho tutto a posto, perfetto. Negli ultimi tempi (qualke mese) avevo un po di tartaro formato piu che altro nel retro dei denti davanti inferiori il resto poco o nulla, ed ho fatot una seduta con ultrasuoni. Ma una singola seduta dovrebbe essere sufficiente? Perche la cosa strana e` che ora, a distanza di qualche settimana mi sembra di avere peggio di prima! Mi spiego meglio, ho i contorni gengivale leggermente infiammati e se guardo bene mi sembra di intravedere qualke residuo minimo di tartaro fra alcuni denti. Ma forse a volte fare questa pulizia fa peggiorare e tornare prima il tartaro oppure il mio era solo ben nascosto? non so cosa pensare, certo e` che non sono felice di tornare dal dentista perche ammetto che la mia e` stata un`esperienza a dir poco terrorizzante, ho ancora lo shock dentro, perche` sono una persona molto sensibile e impressionabile... Cosa mi consigliate? se vado per una visita cosa mi verrebbeb fatto in pratica? C`e` un dentista iscritto qui nella mia zona? Ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
CARISSIMA AMICA,
FARE UN DETARTRAGGIO NON E' MAI COSA SBAGLIATA. PENSI CHE SI FA DI NORMA 1 VOLTA L'ANNO. SE FATTA A REGOLA D'ARTE, SEMBRA FACILE LA SUA ESECUZIONE, MA NON LO E', LA PULIZIA DENTALE E' FONDAMENTALE PER FAR " RESPIRARE" LE GENGIVE.
LA SALUTE DEL PARADONTO DIPENDE DA ESSA. E' OVVIO CHE CIRCA 10 GIORNI DOPO AUMENTA LA SENSIBILITA' E IL SENSO DI FASTIDIO, FINO A QUANDO LE GENGIVE, AVENDO SUBITO UN TRAUMA ED UN INSULTO MECCANICO, NON GUARISCONO AL 100%.
PERTANTO, STIA TRANQUILLA E FACCIA I PRESIDI DI IGIENE ORALE CHE IL SUO DENTISTA LE AVRA' CONSIGLIATO.
CORDIALI SALUTI
DOTT. ANTONIO CILIO
[#2] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
MI SCUSO PER NON AVERLE DATO IL NOME DEL COLLEGA, MA NON CONOSCO NESSUNO IN ZONA.
DOTT. ANTONIO CILIO
[#3] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Penso che dovrà solamente fare un'ulterioreseduta di igiene e se possibile cerchi di farsela fare in uno studio in cui vi sia la presenza di un'igienista dentale qualificata intendo con laurea specialistica o ex diploma di laurea.
Nel frattempo usi quotidianamente per circa 20 giorni un collutorio tipo " Dentosan 0,12" e vedrà che le sue gengive mniglioreranno.
saluti
Dr. Pietro Convertino
[#4] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Scusate per gli errori di battitura.
Grazie
[#5] dopo  
6800

dal 2005
Vi ringrazio per le risposte! Avrei bisogno ancora di un ulteriore parere: ho notato di avere della carie sull`ultimo dente molare (prima di quello del giudizio e dopo uno che gia ho pimbato da tantissimi anni) dico che ho carie ma nessuno me lo ha detto finora, pero` secondo me c`e` sicuro perche` vedo in mezzo al dente un po color beige e una righettina piccola marroncina sul bordo del dente subito dove finisce la gengiva, in poke parole, devo pensare e se si cosa posso fare se ho della carie interna? e` possibile? magari passata dal dente vicino che e pimbato... non so! Grazie se potrete aiutarmi. Anna
[#6] dopo  
6800

dal 2005
PS. Al caso avessi della carie devo piombare il dente o toglierlo? Grazie ancora.
[#7] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
ASSOLUTAMENTE NO! NON TOGLIERE IL MOLARE!
SE CI FOSSE CARIE, SI APRE, SI DETERGE, SI RICHIUDE.
CIAO
DOTT. ANTONIO CILIO
[#8] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino
16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Dopo una igeiene orale effettuata dal dentista è sovente una leggera irritazione alle gengive che può indurre il paziente a lavarsi meno i denti nei giorni successivi. Da ciò potrebbe scaturire il leggero peggioramento della sua situazione orale in relazione alla deposizione di tartaro.
Saluti
[#9] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino
16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Riguardo alla carie si faccia controllare bene deal suo dentista, magari sotto un'ottica che favorisca l'ingrandimento del dente.
Cordiali Saluti
[#10] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
cara paziente ,
sono sicuro che con una indagine radiografica approfondita si potrà vedere se il tartaro che causa la sua infiammazione sia o no sottogengivale ,a seguito di questo si potrà togklierlo con una tecnica definita courrettaggio.Per quanto riguarda la carie ,non si estrae un dente per una carie ma si cura con otturazione in amalgama o composito a seconda delle indicazioni del caso .
cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Emilio Nuzzolese
32% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Gentile Paziente,
trovo il suo quesito molto attuale e mi capita spesso di discutere con i miei pazienti la necessità di eseguire un’accurata seduta di igiene orale professionale ogni 3-6-8 mesi a seconda delle situazioni.
Dopo una detartrasi (seduta di igiene orale professionale) può verificarsi un leggero fastidio alle gengive. Maggiore è l’accumulo da rimuovere, maggiore sarà questo fastidio. Potrà stare meglio utilizzando un collutorio lenitivo ad azione locale che le riduce il fastidio e l’eventuale dolore. Personalmente consiglio un collutorio con nimesulide venduto in farmacia, che però richiede una prescrizione medica.
La presenza di eventuali residui di tartaro o placca non deve scoraggiarla. Probabilmente sarebbe più salutare eseguire la seduta di igiene tre volte l’anno. Così la pulizia è più veloce e meno dolorosa.
Cordiali saluti.