Utente 315XXX
Buongiorno, ho 52 anni e ultimamente notavo che avevo difficoltá ad eccitarmi e mantenere l'erezione.
Lo strano è che con la mia compagna eccitazione e prestazioni erano al massimo, mentre con occasionali un dramma. Pensavo fosse solo problema psicologico.
Ho fatto ecocordoppler penieno e dopo prostoglandina 0,5, che però non ha provocato erezione!!, si é evidenziato una andata arteriosa di 15 basale e dopo O,5 di prostgl aumentata a 18 e contemporaneamente una uscita venosa di 5,3 sul corpo cavernoso di sinistra e piccola difficoltá di microcircolo. Sono diabetico tipo 1, magrissimo, da otto anni....
Mi consigliano cardioaspirina e cialis one day per un mese......
La botta finale è stata la separazione dalla mia donna, che mi sta deprimendo da morire....
Dopo 15 giorni di trattamento, la notte niente erezioni, se vedo un porno niente erezione......
Normale?
Terapia chirurgica? Posso guarire?
Altro indizio: finora prestazioni e dimensioni e turgiditá erano buone, ma dimensioni a riposo veramente minime..........
Oggi però, massaggio in un centro cinese e erezione abbastanza forte ...il problema è che non mi eccito facilmente, solo dopo lunghissimi preliminari....
Ho 7,9 di testosterone e bassa prolattina.....
Però sembra che cialis stavolta ha funzionato, quindi non fuga venosa?
Ho una glcata di 7, se scendo ancora migliora o è un danno irreversibile?
Grazie mille, sono disperato.......

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'equilibrio metabolico e' piu' decisivo di un massaggio cinese....per cui consiglierei di continuare a seguire i consigli dello specialista di riferimento,allontanando l'idea della fuga venosa.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta, ma non riesco a capire....nonostante 5, 3 di uscita venosa lei mi dice che potrebbe non essere fuga venosa? Sto continuando cardioaspirina e cialis one day, ma non cambia nulla, niente erezioni notturne.....grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a mio modo di vedere,la fuga venosa,quando presente,non guarisce,tantomeno con 5 mg. di tadalafil e/o con i massaggi...Credo che si tratti di un artifizio legato al test con PGE1.Le erezioni spontanee hanno un valore diagnostico molto relativo,nel suo caso,in questo momento.La riduzione del volume penieno a riposo dovrebbe riflettersi in una analoga in erezione,di cui non fa cenno nel post.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille della risposta.....da sempre ho avuto un pene molto piccolo e ritirato a riposo, ma in erezione assolutamente nella media....logicamente la risposta in tal modo é molto più lenta..........in questi giorni, dopo venti giorni di cialis 5mg, non trove grandi differenze....c'é da dire che sono sotto stress per una separazione con tradimento proprio in questi giorni, ma comunque la sensazione è quella di sentire il pene quasi distaccato dal resto.....se vedo un film porno, non succede nulla.....e questo da circa sei mesi.....
Ho fatto prolattina testo fsh e altro e sembra tutto ok......
Ieri cialis 10 più il solito 5 e, con una amica paziente, ho provato....ok erezione, ma lentissima e non molto rigida......
? Dimenticavo: eiaculazione precoce da circa 5 anni.......
Grazie ancora e buon ferragosto......
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che,dopo l'estate,un suppoto psicosessuologico sia ineludibile,fermo restando quanto sottolineato in precedenza.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora, nei prossimi giorni lei è a Caserta?
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non siamo autorizzati a fornire notizie sulla attività professionale,da questa postazione telematica . Cordialità.
[#8] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dottore grazie mille della professionalità e delle risposte....
La aggiorno....nei primi 20 giorni di agosto ho preso sempre CIALIS 5mg oneday, e solo in questi giorni, sto vedendo un miglioramento....
Lei mi diceva che se è fuga venosa (come è scritto nel referto medico) il cialis non dovrebbe cambiare la situazione...
è successo però che sono ricominciate ad apparire le erezioni notturne e , complice una storia fisica di qualche giorno, ho avuto rapporti più che soddisfacenti, anche in termini di mantenimento dell'erezione!!!
Un paio di volte di cilecca, ma ora mi sembra tutto un pò più chiaro: quello che mi manca è proprio la sensazione dell'eccitazione iniziale, mi sento come un pò distaccato, neanche un filmato porno mi eccita direttamente....
Poi in effetti, dopo esser partito con molta difficoltà, la cosa viaggia bene....anzi, addirittura, niente eiaculazione precoce!!!!
Credo sia un misto di patologia e psicologia in questa fase.....
Può aver senso provare VIAGRA sildenafil, per vedere se mi dà più sicurezza?
Grazie mille
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il sildenafil fa parte della stessa famiglia del tadalafil ma va assunto circa 40 minuti pri a dell'incontro,lontano dai pasti principali.Ha le stesse controindicazioni ed effetti collaterali del tadalafil ma,è ovvio che,se assunto,debba essere supportato da un "grande entusiasmo"...Non cerchi modelli rigidi di riferimento...si ricordi che la funzione erettile è,dopo tutto,una funzione spontanea.Cordialità.
[#10] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
grazie della risposta, ma avrei bisogno di un suo giudizio su quello che le sopra le ho detto.....dimenticavo, se può aiutare, le dimensioni a riposo sono aumentate.....
Ma soprattutto, secondo lei è fuga venosa oppure no?
Grazie ancora
[#11] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'erezione è un fenomeno vascolare legato ad un corretto afflusso arterioso determinato da stimoli fisioci o psichici provenienti dal cervello , da un corretto stato dei corpi cavernosi, e da un buon controllo del deflusso venoso dai corpi cavernosi che determina l'insorgenza della rigidità e della capacità a mantenere il pene rigido per il tempo adeguato ad avere un rapporto sessuale soddisfacente.
nel suo caso il sospetto della esistenza di una patologia circolatoria è verosimile e potrebbe essere meglio definito con un esame rigiscan.
Se sono presenti fattori arteriosi l'uso dei farmaci (viagra, cialis, levitra) dovrebbe avere buoni risultati. se, invece, è prevalente la problematica venosa tali farmaci hanno risultati meno "brillanti", qualche volta nulli.
Consideri di completare le indagini diagnostiche vascolari per capire quale sia la soluzione migliore a garantirle una funzionalità erettile adeguata alla sua giovane età
cari saluti.