Utente 316XXX
Buongiorno, ho 57 anni e da maggio circa soffro di edema alle gambe ma soprattutto alle caviglie. Mi capita quando sto seduta per un po' oppure quando cammino a lungo, e questo mi sembra strano in quanto camminare dovrebbe aiutare la circolazione. Da fine gennaio assumo amlodipina 10g al mattino per tenere bassa la pressione. Preciso che non ho mai avuto prima problemi di questo tipo. Il mio medico di base non ha dato alcuna importanza alla cosa, ma dopo che ho camminato qualche ora le gambe e le caviglie sono davvero molto gonfie e dolenti, tanto che non riesco più a proseguire. Dall'inizio di luglio sto usando regolarmente il Venoruton in compresse (3 cp al giorno) ed in crema, oltre all'Essaven, ma non ho notato cambiamenti. Le gambe e le caviglie si sgonfiano un po' durante la notte, ma ci vogliono almeno tre o quattro giorni per tornare alla normalità.
Cosa posso fare?
Grazie
Mariagrazia
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Fusetti
24% attività
0% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Ci sono forti probabilita' che si tratti di un noto effetto collaterale della amlodipina. Compatibilmente con la patologia per cui la amlodipina e' stata prescritta suggerirei di sospenderla per almeno una settimana 10 giorni. Poi rivaluterei la situazione clinica.
[#2] dopo  
Dr. Roberto Sori
20% attività
0% attualità
4% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo con il Collega.
Aggiungerei che potrebbe iniziare, compatibilmente con eventuali altre molecole associate, spostando l'amlodipina alla sera e, nel caso persistessero ancora i problemi, sostituirla con altre molecole con minor effetto edemigeno (esempio barnidipina)
Cordialmente
[#3] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille! Metterò in atto i vostri consigli e vi farò sapere come va.
Grazie ancora
Mariagrazia