Utente 603XXX
Buonasera,
Il mio compagno ed io stiamo cercando un bimbo dall'inizio di quest'anno. Lui ha 41 anni e due figli avuti dal precedente matrimonio di 10 e 8 anni,mentre io ne ho 36 e non ho figli.
Visto il tempo trascorso senza risultato e le rispettive età il suo medico gli ha prescritto uno spermiogramma, di cui trascrivo i risultati:

LIQUIDO SEMINALE
VOLUME 3,0ml
COLORE Biancastro
ASPETTO Torbido
VISCOSITA' Normale
PH 8,0
COAGULAZIONE Completa in circa 30 minuti FLUIDIFICAZIONE Completa in circa 30 minuti NUMERO NEMASPERMI 10250mmc
NEMASPERMI ANOMALI 30%
NEMASPERMI MOBILI A 2 ORE 61%
INDICE DI MOTILITA' 2
Moto : lineare progressivo lento
Elementi mobili in progressione 16% situ 16%
immobili 68% Elementi vitali 36% non vitali 64%
Anomalie: testa 54% intermedio 22%
coda 24% Alcuni leucociti

Ben sapendo che lo spermiogramma da solo non è indicativo della fertilità e pur avendo in programma una visita specialistica da un andrologo, ci piacerebbe sapere se e quanto questi risultati sono da considerarsi negativi, almeno per avere una prima idea del percorso che ci si potrebbe prospettare di fronte.
Preciso infine che la mia ginecologa non ha evidenziato per me problemi visibili da un'ecografia interna, mentre non ho ancora proceduto alla verifica dei livelli ormonali tramite esami del sangue, ma mi sono limitata a monitorare l ovulazione mediante gli appositi stick.
Infine preciso che questa forse apparente ansia rispetto al periodo sin qui intercorso e' legata ad un'imminente partenza di lui all'estero per un periodo medio-lungo,cosa che complicherà chiaramente il tutto...la volontà e' quindi quella di avere il tempo per poter programmare eventuali terapie.
Ringrazio in anticipo per la cortesia e disponibilità.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentle lettrice,

alcune informazioni corrette mi sembra che lei già le abbia ma, dall'esame del liquido seminale che ci invia, non capiamo l'esatto "NUMERO di NEMASPERMI" per mmc: che significa 10250mmc?

Ancora sia più precisa e ci indichi precisamente come è stata classificata la morfologia degli spermatozoi.

Nel frattempo, se desidera poi avere altre informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 603XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
Intanto grazie x la celere risposta.
X quanto riguarda in numero di 10250,questi dovrebbero essere i nemaspermi contenuti in un mmc,ed essendo 1ml = 1000mmc questo significherebbe 10milioni per ml.
Invece x quanto riguarda la morfologia,ciò che ho riportato e' esattamente quanto compare sul referto,quindi non abbiamo altre indicazioni.
Vorremmo sapere se da questi primi dati emerge,secondo voi, una situazione molto preoccupante o no. Vorremmo inoltre sapere se lo stress può incidere sulla fertilità dell'uomo.
Infine evidenzio che l'esame e' stato fatto in un laboratorio non specializzato ma ordinario e che il campione e' stato consegnato 45 min dopo la produzione...non so se questo possa incidere su alcuni parametri quali la motilità ad esempio.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

visto che presenta diecimila e 250 spermatozoi per mmc allora il problema sembra essere riferito, oltre che alla motilità degli spermatozoi, anche al loro numero.

Detto questo poi si ricordi che sempre queste indagini devono essere fatte in laboratori dedicati e rispettando le corrette indicazioni che le daranno, come ad esempio la corretta astinenza, ed infine la consegna del campione alla biologa, che poi lo esaminerà, deve essere immediata, se possibile.

Quindi ora bisogna sentire o risentire il suo andrologo e con lui decidere dove ripetere l'esame; questo è il primo passo da fare prima di pensare a cause possibili e successive eventuali indicazioni terapeutiche.

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 603XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
Il protocollo e' datato seguito sia in termini di astinenza che di tempi di consegna:il laboratorio indicava infatti da 30 a 60 min,e come detto la consegna e' avvenuta dopo 45min (x problemi legati alla produzione del campione si è proceduto a casa x poi consegnare subito il campione).
Ho però letto che molti altri laboratori insistono x una consegna quasi immediata e quindi mi sono posta il problema dei tempi e della bontà del l'esito legata a quest'ultimo.

Noto inoltre che la motilità e' data dopo 2h, mentre ho letto che il valore tipico e' dopo un'ora:dunque il 61% e' un valore così negativo?
Ed inoltre:questi esami sono molto affidabili?perche ho letto l'articolo di un professore de la Sapuenza che sostiene che l'80% dei casi sarebbe affetto da errore...
Ed infine:può il risultato essere condizionato da un periodo di forte stress sul lavoro? E se i risultati fossero corretto,sono così negativi?in attesa della visita andrologi a possiamo portarci avanti ad esempio assumendo degli integratori,possono essere dei coadiuvanti?

Mi scuso se approfitto della sua disponibilità ma come le ho detto incombe sulla nostra testa questa partenza,peraltro già oggi sono frequenti i viaggi all'estero,quindi anche la visita andrologica diventa complicata da organizzare e io vorrei non perdere altro tempo,o quanto meno iniziare a fare subito ciò che si può (ad esempio con gli integratori o con una dieta mirata,se ciò risultasse utile).
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

lasci perdere gli integratori o altre indicazioni non mirate e soprattutto non indicate da esperto andrologo, dopo attenta e precisa valutazione clinica che dovrebbe comprendere l'esame obbiettivo e la possibilità di avere a disposizione un esame del liquido seminale attendibile fatto con modalità condivise secondo OMS 2010.

Ancora cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 603XXX

Iscritto dal 2008
Siamo stati dall'andrologo:dalla visita non risultano problemi,tipo varicocele o altro. Il dottore non gli ha fatto ripetere l'esame ora,pur sostenendo che il laboratorio dove è stato fatto non è preparato al riguardo,e gli ha dato tamoxifene x 3 mesi e trental ciclico (i primi 14 gg del mio ciclo). Lei che ne dice? La cura e' adeguata,potrebbe essere efficace? Si può comunque sperare in un concepimento naturale,posto che lui ha già due figli avuti senza troppi problemi (uno dopo 7 mesi di tentativi e l'altro al primo mese)?
La ringrazio. Saluti.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione, non possiamo che dirle di seguire le precise indicazioni, ricevute dal suo andrologo reale, che sembrano comunque ricavate da attenta e completa valutazione del vostro problema clinico.

Ci aggiorni a terapia finita.

cordiali saluti.