Utente 316XXX
Buon giorno, da circa 4 anni sono a conoscenza di soffrire di extrasistolia che dopo vari accertamenti è stata classificata come benigna. Ricordo di avere sempre sentito quei battiti "un po fuori tempo" sopratutto in fase di recupero da sforzo , ma non ci ho mai minimamente prestato attenzione. Ma praticando sport ( e ultimamente a livello agonistico) ho cominciato a fare gli esami di rito dal medico sportivo, con conseguenti accertamenti :ecocolor doppler , test da sforzo, holter delle 24h , esami del sangue di vario genere , ecc ecc con ,appunto, esito negativo. Ma da un anno circa , mi capita di avvertire queste extrasistole anche sottosforzo sopratutto quando cerco di respirare a fondo, e in fase di recupero , solo che contrariamente al passato ,capita che siano anche dolorose....praticamente un unico battito che accuso come una fitta.
Il mio quesito è questo.....un extrasistole ( anche se benigna ) come puo' manifestarsi con una sensazione dolorosa, cioè "meccanicamente" cosa accade per far si che cio' avvenga?
Spero di essermi spiegato.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Diciamo innanzitutto che , specie in un atleta che svolga attivita' agonistica, la presenza di extrasistolia va indagata con molta circospezione: puo' allegare per cortesia il referto dell'ultimo ECG da sforzo?
Puo' inviarlo alla mia mail
cecchinicuore@gmail.com
[#2] dopo  


dal 2013
Ok provvedo ad allegare esito test , devo premettere che pero' risale a circa 18 mesi fa e dopo di questo ho fatto altri esami ma questo non è stato piu richiesto. Devo aggiungere che tendo ad essere in apprensione prima di ogni esame , si noti la frequenza a riposo.....

"Il paziente si è esercitato secondo il 30 W x 3 per 13:50 min:sec, ottenendo un livello di lavoro di carico max.:
150 watt. La frequenza cardiaca a riposo inizialmente era di 100 bpm; è salita ad una frequenza cardiaca massima di 160 bpm, che rappresenta il 86% della frequenza cardiaca massima prevista per l'eta'.La pressione sanguinia a riposo era di 120/80 mmHg; è salita ad una pressione sanguinia massima di 190/100 mmHg. Il test di esercizio
è stato arrestato a causa di Fc obiettiva raggiunta. Doppio prodotto 28100.
Conclusioni:
Test da sforzo massimale negativo per ridotta riserva coronarica."

In questo test non mi era successo di avvertire quanto descritto nella mia precedente domanda.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha eseguito un test da sforzo massimale NEGATIVO per ischemia ed aritmie sforzo indotte..Di cosa si preoccupa? Piuttosto lo ripeta ogni anno come prevede la legge Balduzzi
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  


dal 2013
Gentile dottore, come giustamente raccomanda anche lei , ogni anno eseguo visita per l'idoneita' alla attivita' sportiva , e mi rassicura il fatto di essere ritenuto idoneo. Trovo singolare la sensazione dolorosa che avverto,
e mi incuriosisce sapere da cosa puo' dipendere , senza esserne eccessivamente preoccupato.
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
le extrasistoli NON sono dolorose.
Si tranquillizzi
Arrivederci
cecchini