Utente 182XXX
Salve dottori,
mi scuso per la domanda in data particolare, ma ho un problema che mi sta creando forti ansie ormai da tempo.

Poco più di sei mesi fa, ho subito un intervento di fistola pilonidale in clinica privata, risolto con tecnica di prima intenzione (circa 3-4 punti del chirurgo). L'intervento è stato eseguito in day hospital, un paio d'ore ed ero già a casa. Il decorso post operatorio è stato abbastanza normale, senza particolari dolori, fino alla rimozione della medicazione.

Devo aggiungere che, oltre alla fistola, il chirurgo aveva trovato anche un pezzo di muscolo fuori posto, che mi ha spiegato, ha provveduto a reinserire con un punto.

Il problema è questo: faccio ancora le medicazioni con una semplice garza, ma tutti i giorni perdo qualche goccia di sangue e ho sempre dolore a stare seduto (ho cambiato quattro poltrone ma niente). Inoltre quando vado in bagno, perdo sangue copiosamente.

Ho provato a utilizzare betadine gel ma senza risultati in termini di cicatrizzazione. E' possibile che dopo sei mesi, io abbia ancora tali perdite di sangue e dolore?? Non c'è il rischio di una anemizzazione della ferita?

Devo aggiungere inoltre che, a detta del chirurgo, ho una conformazione dei glutei molto particolare (in poche parole ho i glutei molto stretti e questi si "attaccano" tra di loro durante il processo di guarigione). E' possibile?

Vi ringrazio in anticipo per le risposte e vi chiedo scusa per il poema, ma ormai questa condizione non mi permette più di vivere una vita serena... grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Difficile valutare il caso senza una visita diretta, però posso dirle che certamente non è normale che la ferita sanguini ancora. Dovrebbe contattare il Chirurgo che l'ha operata e parlarne con lui.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la sua risposta così veloce.

Il mio chirurgo insiste col dire che è tutto normale, e la cosa mi agita non poco. Inoltre mi ha spiegato che, l'eccessiva formazione di fibrina sulla ferita, funge ancora di più da collante per i glutei e che quindi, ogni qualvolta questa si stacca, la parte lesa riprende a sanguinare. E' possibile?

Pensa che un farmaco cicatrizzante come la Connettivina possa aiutare il processo di cicatrizzazione?

Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non possiamo fornire prescrizioni di farmaci via internet, senza visitare direttamente il paziente, però la tecnica cosiddetta "chiusa" (con guarigione "per prima intenzione"), non prevede tempi così lunghi, addirittura di mesi. E' segno che qualcosa è avvenuto, e che la guarigione sta avvenendo invece "per seconda intenzione". Se così fosse la ferita merita ancora molte attenzioni, e probabilmente medicazioni, da parte di personale qualificato.
Cordiali saluti