Utente 316XXX
Salve, sono un ragazzo di 28 anni e volevo chiederVi alcune informazione. Alcuni anni fa (nel 2005) ho eseguito un elettrocardiogramma, e la diagnosi è stata questa.

Diagnosi ECG grafica

P.A.O.: 145/80 MMHG
F.C.: 76 BPM
E.O.: toni netti in successione ritmica. Soffio sistolico 3/6 udibile su tutti i focolai specie alla base.
ECG nei limiti.

In questi periodi ho notato spesso dei battiti del cuore quasi irregolari e ogni tanto fiato corto.
Non ho mai praticato sport ma vorrei cominciare a correre o fare palestra.
La Dottoressa mi aveva detto di evitare affaticamenti e di eseguire un controllo ogni anno circa ma, sinceramente non l'ho più fatto.
Dovrei rifare questo controllo?
Ed esattamente cosa significa questa diagnosi?
Grazie ancora per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Occorre che lei esegua un ecocolordoppler cardiaco, per comprendere l origine di quel soffio da 3/6.
Mi meraviglio che nessuno glielo abbia consigliato in 8 anni
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Innanzitutto grazie per la risposta.
Mi era stato detto di rifarlo ma sono stato io a non fare più nulla. Ma esattamente cosa significa soffio sistolico 3/6? Forse ho sottovalutato la cosa perché non ho ben capito il problema.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il soffio è un rumore causato dal passaggio di sangue attraverso una valvola. L ecodoppler ci consente di valutare se lei abbia o meno un problema valvolare.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Nei prossimi giorni prenoterò la visita per fare l'ecodoppler e così mi toglierò ogni dubbio.
Grazie mille