Utente 970XXX
Circa tre giorni fa, con la barba abbastanza lunghetta, toccando ho notato di avere sul collo (poco di fianco e sopra allo "spigolo" del pomo d'adamo) una sorta di foruncolo-ciste. Radendo la barba, ieri, e toccando meglio noto che ha una buona radice anche sotto la pelle e con un'area di circa 1 centimetro: è duretto e fa maluccio toccandolo.
In superficie, c'è il classico pallino da foruncolo (e dopo aver tagliato la barba si è affacciato maggiormente anche "fuori" con la capoccia).
Mesi fa era uscito uno simile in tutto e per tutto vicino alle scapole, ed ebbe una evoluzione naturale, e non lasciando alcuna cicatrice o segno (avevo applicato solamente, non so se facendo bene o male, della crema con "Clortetraciclina cloridrato"... quella famosa gialla insomma).

Tuttavia stavolta, siccome la zona non è lontana, ho una paura bestiale che l'infezione vada a colpire i linfonodi e mi venga pure la febbre.

Come posso intervenire rapidamente per evitare complicazioni? Domani da chi caspita vado a farmi controllare?? Dal mio medico di base che è un incapace, e mi darà il primo antibiotico a caso? Al pronto soccorso sperando di rimediare un controllo dal dermatologo?

Che faccio?? Per rallentare l'infezione, applico del ghiaccio? :-(

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Forni
24% attività
0% attualità
4% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2013
Salve, vorrei fare sono qualche precisazione nel risponderle, intanto se c'è un'infezione in atto è certo che vengano coinvolti i linfonodi e forse il suo medico di famiglia , dopo averla visitata, probabilmente non sbaglierebbe nel prescrivere un antibiotico anche se chiaramente l'uso di un unguento topico sarebbe più opportuno se fosse confermata l'ipotesi della follicolite, è comunque necessario che la veda un medico in quanto nella diagnosi differenziale potrebbe anche trattarsi di una cisti sebacea che necessiterebbe di cure differenti.
Cordialmente