Utente 316XXX
Buongiorno ,
Da un pò di tempo ho notato che il mio liquido seminale ha assunto un aspetto strano : non è più tanto liquido come prima e la consistenza assomiglia , anche se vagamente , a quella della marmellata : cioè a pezzettini e un pò più appiccicosa del normale .
All' inizio non ho dato grande peso a questo problema , ma ora comincio a preoccuparmi perchè ormai eiaculo sperma di questo tipo da quasi un mese
Aggiungo che eiaculo regolarmente ( sia attraverso masturbazione che con rapporti sessuali preliminari con la mia ragazza ) : ora circa una volta ogni uno / due giorni , una volta anche di più
Desidero sapere da cosa può essere dovuto questo problema ; la sua gravità e che cosa comporta ( soprattutto se uno sperma del genere è sterile o no ) e se trascurato e non curato , questo problema possa provocare danni ulteriori
Non nascondo che il principale motivo della mia ansia sia quello che questo problema possa causare futura sterilità

Poi vorrei chiedere un altro consulto : da un pò di tempo , circa una settimana , ho notato che il mio glande si è arrossato ed è più sensibile e anche all' ano è capitata la stessa cosa . La cosa crea in me disturbo perchè è accompagnata da uno strano sintomo : ho bisogno di urinare e defecare per molto tempo , tutto a più o meno piccole quantità distribuite nell' arco del tempo e , dopo che ho finito , in seguito ad un pò di tempo , sento di nuovo il bisogno di andare in bagno , tutto questo accompagnato da un leggero e tenue ma non poco fastidioso prurito all' ano e al glande . Questo capita dopo aver eiaculato.
Volevo chiedere spiegazioni su questo fatto e se può essere o meno collegato ai sintomi del precedente problema.
Aggiungo che desidererei avere maggiori spiegazioni riguardo alla prima domanda

Grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la viscosità del liquido seminale può aumentare o diminuire anche in assenza di patologie a carico dell'apparato genitale,quali congestioni e/o infiammazioni,più frequenti in assenza di vita sessuale regolare,come spesso accade nei maschi non conviventi.La sintomatologia riferita al glande ed all'ano non è significativa ma,precauzionalmente,conviene che esegua uno spermiogramma con coltura ed un'urinocoltura,oltre,ovviamente, sottoporsi ad una visita specialistica routinaria a termine di sviluppo.
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Caro dottore ,
la ringrazio del tempo che mi ha dedicato ma , in seguito alle sue risposte , vorrei aggiungere un dato che credo possa influire nella diagnosi : è vero , sì , che non convivo con la mia partner ma c è stato un periodo nel quale avevamo rapporti regolari ogni giorno ( circa un mese ) ed è stato in seguito a quel periodo , dopo il quale abbiamo avuto 2/3 rapporti occasionali , che ho contratto questo sintomo ed il mio sperma ha assunto quella viscosità.
Aggiungo che in astinenza dall' attività sessuale vera e propria , mi sono comunque masturbato regolarmente .
Le chiedo quindi se questo dato possa influire nel suo responso e di conseguenza di spiegarmi meglio la definizione di vita sessuale regolare ( cioè di spiegarmi se , e come mai , la masturbazione non può sostituire un rapporto sessuale vero per quanto riguarda le conseguenze di sintomi quali il mio . Aggiungo che i rapporti con la mia ragazza avvengono senza penetrazione e quindi mi chiedo se possono essere considerati veri e propri rapporti sessuali )
Poi vorrei chiedere se , nel caso il mio sintomo sia dovuto a congestioni ed infiammazioni da lei ipotizzate come più plausibili ( cioè in assenza di patologie ) , per quanto tempo è normale che durino o , al contrario , se sarà necessario l' utilizzo di farmaci o di altri metodi per eliminare questo sintomo.

La ringrazio calorosamente del tempo dedicatomi per rispondere alle mie domande .
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la tipologia della sua vita sessuale può giustificare quanto espresso ma,comunque,non ritengo sia di importanza clinica tale da far preoccupare.Segua i consigli dati nel post precedente.Cordialità.