Utente 316XXX
Salve a tutti,mi presento: sono un ragazzo di 22 anni che da molto tempo a iniziato la sua vita sessuale.
Fino a una settimana fà tutto procedeva per il meglio.
Un giorno la mia ragazza a contratto la candida e sfortunatamente lo presa anche io.
I primi giorni della malattia procedevano bene,riuscivo a scoprire il glande e su esso trovavo una specie di liquido di colore bianco,dopo di che procedevo a rimuoverlo lavandomi con acqua e sapone.
Sono andato dal mio medico di base che mi a prescritto delle compresse da prendere una la mattina e una la sera per 5 giorni "oggi sono al 4 giorno"
Procedendo con la cura mi sono accorto che non possiedo più l'elasticità di qualche giorno fà,riesco a scoprire il glande ma con un po di fatica e qualche dolore dato che si presenta molto secco.
Per di più una volta scoperto la pelle che lo ricopriva si avvolge sotto il glande come un cappio,diventando viola e provocandomi dolore
Cosi sono tornato dal mio medico di base che mi a prescritto un disimfettante "EUCLORINA" da versare in un bicchiere d'acqua e poi immergndo il glande completamente scoperto..."tra l'altro quando immergo il glande mi brucia da morire"
Insieme al disinfettante mi a prescitto una crema da applicare su tutto il glande "MACMIROR COMPLEX 10G + 4.000.000 U.I CREMA"
E mi a detto di tornare Mercoledì per una visita di controllo.
Se la terapia non avesse avuto l'effetto desiderato mi avrebbe fatto visitare all'istante da un andrologo presente nel suo poliambulatorio.
Sto leggendo in internet cose che mi spaventano molto,e leggo che dopo svariati tentativi molti utenti hanno dovuto praticare una circoncisione totale/parziale.
Quello che mi chiedo e se vale la pena praticare queste terapie o se bisognerebbe tagliare la testa al toro praticando una circoncisione? La Candida può causare disturbi di questo genere? Si risolveranno da soli dopo l'annientamento del fungo?
Mi sento davvero sconfortato e avvilito,poi essendo in giovane età la cosa e ancora peggiore dal punto di vista psicologico.
Chiedo anticipatamente scusa per non aver usato un linguaggio specifico.
Confido in una vostra risposta e approfitto per ringraziare tutti i medici che vorrano gentilmente aiutarmi.

Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non drammatizzi e non giunga da solo a conclusioni terapeutiche, addirittura ad ipotizzare strategie chirurgiche, senza prima avere visto lo specialista che, in diretta, dovrà valutare la sua reale situazione clinica e poi insieme dovrete prendere la decisione finale più corretta.

Coraggio, segua ora le indicazioni, datele dal suo medico di fiducia, e poi ci riaggiorni, se lo desidera.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la rapidissima risposta dottore.
Io non mi permetterei mai di replicare la diagnosi formulata dal mio medico curante,anche perche sono ignorante in materia.
Sto seguendo scrupolosamente le terapie,ma vedoesclusivamente peggiormenti.
Mi sembra di essere entrato in un tunnel senza via di uscita.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senza drammi ora bisogna risentire il suo medico di fiducia e poi un bravo andrologo.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per le sue celeri risposte dottore,e davvero gentilissimo.
Domani alle ore 17.00 devo sottopormi alla visita da un andrologo.
Speriamo che in un modo si riesca a risolvere questa situazione.
Domani posterò l'esito della visita.
Grazie mille.

Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, qui siamo e ci riaggiorni, se lo desidera.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Visita effettuata,con le crema e il disinfettante che mi aveva prescritto il medico di base ho debellato la candida! Nessuna traccia di residui biancastri sul glande,nessuna traccia/sintomo di micosi.
Inoltre ho riacquistato quasi completamente l'elasticità che avevo prima della candida.
Il medico mi a detto che sono guarito al 90% e mi ha consigliato di continuare la terapia per altri 4-5 giorni,finita la terapia almeno 7 giorni di riposo assoluto.
Riesco gia da ora a sostenere perfettamente un rapporto sessuale senza dolori esageratamente forti definibile piu che come dolori "fastidi"
solo che dopo il rapporto il glande rimane un po arrossato,applico disinfettante e crema e tutto passa nel giro di qualche ora.
Volevo sapere se conoscevate un metodo per eliminare anche quest'ultimo problema.

Vi ringrazio ancora per la disponibilità e per tutte le risposte che ho ricevuto.
Saluti.

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il metodo è quello di avere molta pazienza e di seguire sempre le indicazioni del suo medico di riferimento.

Cordiali saluti.