Utente 233XXX
Buon giorno, scusate il disturbo
sono un ragazzo di 35 anni, 1.70 per 65 KG in cura per gravi stati d'ansia a causa di stress con Alprazolam 2,5 mg, 10 gocce la sera e 5 al bisogno durante la giornata.
è da circa un anno e mezzo che soffro di pressione alta, la mia pressione spesso è 140/90, 140-150/95-100, a volte 130/75-80, insomma altalenante, ma, quasi sempre tendente all'alto; in quest'anno e mezzo pare non sia peggiorata, in più, ultimamente la mia frequenza cardiaca a riposo in tarda serata è sempre di circa 50-52 pulsazioni, arrivata a volte a 48 e una notte, quasi addormentato, a 43 per un attimo!!!
di giorno le pulsazioni sono normali, anzi, proprio perchè sono ansioso, a volte sono un pò alte, ma mai al di sotto delle 60 al minuto.
oggi ho fatto una visita dal mio medico di base che mi ha prescritto una visita cardiologica dopo aver visto che la mia pressione continua ad essere alta e le mie pulsazioni a riposo son basse.
a marzo dell'anno scorso ho fatto un holter 24 ore e un test cardiovascolare sotto sforzo dopo aver avuto episodi di dolore toracico e cardiopalmo,
l'holter è risultato negativo,
4 extrasistoli sopraventricolari isolate,
freq. massima 129 BPM
freq. minima 53 e 49 BPM, ci sono due valori, non so perchè.
il test sotto sforzo: test massimale interrotto al primo minuto del IV stadio, negativo per angor e ischemia, assenti aritmie, ipertensione arteriosa che si normalizza nel post recupero, recupero regolare, buona performance.

ultimamante sono stato nuovamente in pronto soccorso 2 volte a causa di dolori retrosternali durati per giorni e cardiopalmo, tra maggio e inizio giugno, mi sono stati fatti esami del sangue risultati normali e elettrocardiogrammi risultati nella norma con presenza di extrasistole e sono stato mandato a casa e trattato pure male, appunto, con questa cura di alprazolam per stato ansioso.
le mie domande sono queste:
1: secondo vol è normale avere pulsazioni così basse a riposo? io sono sempre stato molto sportivo in passato, non fumo e non bevo caffè, ma, negli ultimi dieci anni non ho praticato nessuno sport e sono diventato abbastanza sedentario, anche se ho una vita abbastanza movimentata ... ogni tanto faccio un pò di flessioni e sollevamenti con un piccolo bilancere, ma nulla di più, davvero poca roba.
Sono davvero preoccupato perchè ho letto che in chi è atleticamente allenato la bradicardia viene considerata fisiologica, ma io sinceramente pur essendo abbastanza "fisicato" non mi sento per niente allenato e avere pulsazioni così basse mi spaventa e l'holter che ho fatto l'anno scorso, in fase di sonno profondo, non certifica pulsazioni basse come le ho adesso a riposo, ma sveglio!
2: ho letto che le terapie per l'ipertensione abbassano i battiti cardiaci, quindi, se dovessero darmi una terapia, come faccio a prenderla avendo già le pulsazioni così basse?
spero di essermi spiegato bene, sono davvero molto agitato per questa situazione , scusate per l'agitazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
mi pare di averle gia' risposto.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno dott. Cecchini ... lei parla dell'holter sul quale avevo chiesto un consulto l'anno scorso immagino; sennò non so a che risposta si possa riferire ...
Mi scusi, ma io adesso non ho chiesto un consulto su questo, ho scritto i dati del vecchio holter come paragone sulle pulsazioni minime perchè mi preoccupa questa bradicardia che in quest'anno è aumentata e mi da picchi sotto i 50 battiti, arrivando a 48 (e io non sono un atleta), questo solo in tarda serata mentre sono a riposo ma ancora sveglio, durante il giorno i battiti sono normali.
Le chiedevo se secondo lei è normale e se prendendo una terapia per l'ipertensione si rischia di abbassare ancora le pulsazioni

le chiedo scusa, mi rivolgo a voi e al vostro servizio perchè sono molto agitato
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La frequenza cardiaca che lei riporta non desta alcuna preoccupazione, dato anche l'esito dell'holter da lei postato.
Per cio' che concerne una eventuale terapia per ipertensione ci sono alcuni farmaci che sono neutri sulla frequenza (ACE inibitori, sartina) ed altri come certi calcio antagonisti (nifedipina, amlodipina, felodipina, etc) che addirittura creano una lieve tachicardia riflessa.
Arrivederci