Utente 217XXX
Buongiorno. premetto che lo stomaco è sempre stato il mio punto debole e che quando ho qualche problema mi si chiude e non riesco più a mangiare. Però finora c'è sempre stata una ragione evidente, per cui ho convissuto con questa cosa.
In questo mese di agosto, invece, mi ritrovo con uno stato di ansia persistente che non riesco a giustificare in nessun modo e che talvolta sfocia in piccoli attacchi di panico. Ho tremori, vampate, brividi e una tosse che mi compare in corrispondenza dei pasti. Il medico ha ipotizzato un ipertiroidismo dal momento che ho anche gli occhi sporgenti (anche se li ho sempre avuti). Ho ritirato oggi gli esami e ho il valore del TSH pari a 0.9892. La mia prima domanda è: è il caso che faccia qualcosa? So che è nel range, però è bassino, può darsi che i miei problemi siano da attribuirsi a questo?
La seconda domanda è: è il caso che faccia anche una gastroscopia? O magari che faccia accertamenti per escludere un'eventuale celiachia? Vorrei capire quali altre cause fisiche potrebbero indurmi questi sintomi, in modo da escludere tutte le eventualità e capire se effettivamente è solo un problema psicologico.
Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Credo che ugualmente valga la pena consultare un gastroenterologo anche se intravedo uno stato ansiogeno di base.

Cordialmente