Utente 311XXX
salve,ho 21 anni e ho un problema da circa un mese...dopo un'infezione alle vie urinarie seguita da colica renale ( con sospetta calcolosi ) ho seguito una terapia per 5 giorni a base di antibiotico ciproxin...tutto finito con esito positivo...dopo un po di tempo però ho notato che dopo pranzo,fino a sera, minziono molto frequentemente...ogni mezz'ora circa...ciò nonostante non avverto bruciore ne dolore durante la minzione...l'unico sintomo è che avverto sempre la vescica piena e urino abbastanza anche se la minzione è frequente. allarmata ho effettuato un dextrostix pensando subito al diabete...ma l'indice glicemico è stato di 78 mg/dL,e quindi nella norma...vorrei sapere dunque a cosa può essere dovuto tutto questo...anche perchè va avanti da un bel po di tempo e vorrei capire nel caso cosa e quali esami dovrei effettuare.utilizzo la pillola anticoncezionale lusine da 3 mesi.potrebbe contribuire a questo sintomo?
la ringrazio anticipatamente.
Saluti
[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signorina,
qualsiasi terapia ormonale può influire marginalmente anche sulla vescica, considerata l'assoluta contiguità tra questa e gli organi genitali interni della femmina. Non ci pare però che vi siano già elementi sufficienti ad affermare che questo stia avvenendo nel suo caso. Le consiglieremmo comunque di sottoporsi alla visita diretta di un nostro Collega specialista in urologia, recando i risultati di un recente esame delle urine con urocoltura.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio moltissimo.
saluti
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signorina,
oltre a quanto già riferito, nel suo caso sarebbe anche da definire più precisamente la situazione reale di questa "sospetta calcolosi", poiché si tratta comunque di situazioni subdole, in grado di manifestare disturbi nel modo più vario e, soprattutto, imprevedibile. Pertanto, oltre agli esami sulle urine sarà importante anche riconsiderare ed eventualmente ripetere gli accertamenti specifici, a partire dall'ecografia.

Saluti
[#4] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore ,quindi se eventualmente dovessi avere realmente i calcoli,potrebbe essere la causa di questo problema? perchè in pronto soccorso effettuarono la manovra di giordano ma il dolore era prevalentemente sul lato sinistro,tanto da non riuscire quasi a muovermi...perdipiù presentavo ematuria e stranguria ( il che credo sia associato all'infezione contratta alle vie urinarie)...tuttora però avverto un lieve dolore all'altezza dei reni.secondo lei può essere causato da questo precedente problema??? o potrebbero esserci altre cause???
la ringrazio.
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signorina,
i disturbi da impegno o passaggio di calcoli possono essere molto disparati e talora anche atipici. Se ad un certo punto si è ipotizzato che lei potesse avere dei calcoli, questo sospetto non può restare "appeso", ma è indispensabile eseguire le indagini di cui s'è detto per poter escludere, ovvero confermare con certezza questa diagnosi.

Saluti
[#6] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio tantissimo dottore.
saluti