Utente 276XXX
Buonasera, passando gli ultimi 3-4 anni ho notato che l'emissione di sperma mi è molto diminuito. Ho constatato (e misurato) all'incirca 1 ml (con siringa senza ago), talora anche meno, senza che questo mi comporti differenze sostanziali nel piacere, ma soltanto un forte disagio psicologico. Parlando con un amico, mi accennava vi circa 3 ml. Un altro, lo stesso. Pertanto, il disagio psicologico è aumentato ed ho dovuto consultare uno psichiatra che mi ha suggerito Zoloft 50 mg, mezza compressa per una settimana, e poi 1 al giorno. In questo caso il problema è addirittura peggiorato, nel senso che non raggiungevo proprio più l'orgasmo, e quindi ho interrotto la cura dopo circa 20 giorni, riprendendo però ad emettere le solite scarsezze. Poichè sono contrario ai farmaci chimici, ho sentito il mio farmacista di fiducia e mi ha detto che potrei assumere un integratore chiamato CITRULLINA, con bassi tassi di miglioramento, oppure un farmaco vero e proprio del quale non mi ha detto il nome, soltanto su ricetta medica. Nel frattempo ho eseguito dosaggi ematici di testosterone totale ed HSBG che, seppur a valori bassissimi, sono nei limiti del range indicato; ed un doppler del pene che, anche qui senza grossi entusiasmi, mi è stato definito come "ai limiti della norma".
COSA POTREI ASSUMERE? COME POSSO MIGLIORARE IL GETTO COSI' MISERO?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
28% attività
16% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile lettore esiste una notevole variabilità biologica da soggetto a soggetto e anche la frequenza dei rapporti sessuali e il grado di eccitazione possono modificare la quantità dell'eiaculato. Comunque un eiaculazione anche di un ml non porta danni per la salute e quindi non dovrebbe troppo soffermar si su questo aspetto. Comunque faccia una visita andrologica per meglio valutare la situazione . Distinti saluti