Utente 317XXX
Buon Giorno! Il 4 aprile sono stato sottoposto a Prostatectomia Radicale con NS. Precedentemente l'urologo, alla scoperta del carcinoma (prima decade di febbraio) mi ha prescritto la somministrazione di una fiala di Eligard 22,5 mg. Sino al momento dell'intervento ho avuto normali rapporti sessuali, salvo gli utimi con poco piacere al momento dell'orgasmo. Dopo una 15na di giorni dall'intervento ho avuto un primo rapporto anche se il pene non era al massimo come in precedenza. Poi dopo la visita di controllo nella quale sono stato definito clinicamente guarito, mi è stato prescritta l'assunzione giornaliera di cialis. Il problema è che il testosterone azzeratosi a causa dell'iniezione si trova ancora a 0,15 e durante i rapporti sessuali (purtroppo per motivi personali ridotti al max una volta la settimana) nonostante l'assunzione on demand di levitra 20mg mi capita di perdere erezione e eccitazione. Da qualche giorno mi sono accorto di avere delle erezioni mattutine. Se questa DE è dovuta alla mancanza di testosterone la mia preoccupazione è che l'effetto di quella benedetta iniezione non sia sempre reversibile dato che la sua durata normalmente è di soli 3 mesi. Che fare in questo caso? E poi , siamo sicuri che sia un problema di testosterone ? O che altra causa potrebbe essere?
In attesa ringrazio cordialmente
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Paziente,eviti di pensare di prendere iniziative personali circa le terapie iniettive intramuscolari....Nessun chirurgo può garantire la nerve sparing e,personalmente,dopo l'intervento,consiglio al Paziente di sottoporsi ad iniezioni endocavernose di prostaglandina E1 e,a seconda del caso,aggiungo anche il tadalafil.Le terapie intramuscolari con analoghi dell'LHRH possono avere una efficacia di durata variabile.Ne parli con l'andrologo di riferimento.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 317XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la cortese risposta. Comunque vorrei sapere : non si ha la certezza del completo salvataggio dei nervi anche se sporadicamente sono riuscito ad avere erezioni, ultimamente anche mattutine e le volte che ho raggiunto l'orgasmo era completamente eretto? Il calo e la perdita di eccitazione non può essere dovuto solamente al livello di testosterone ed lh basso, vicino allo zero? Se i valori di tali ormoni si ristabiliranno tornerà tutto ok? Grazie e saluti.