Utente 317XXX
Esordisco chiedendo perdono per quella che presumo essere l'estenuante ripetitività con la quale si presentano richieste di questo genere. Sedici giorni fa ho avuto un rapporto con la mia partner, che allora era all'ultimo giorno di ciclo mestruale (non ricordo se fosse il quinto o il sesto). Nella foga la prima penetrazione è avvenuta senza protezione alcuna (nè profilattico nè altro metodo contraccettivo); quando poi ci siamo resi conto del rischio abbiamo proseguito adeguatamente protetti. La durate del "rapporto non protetto" è stata sicuramente inferiore al minuto e chiaramente priva di eiaculazione, ma la mia natura eccessivamente apprensiva non mi dà tregua prospettandomi scenari in cui la anche la minima quantità di liquido preeiaculatorio (o prostatico o seminale, non ho idea di quale sia il nome) che presumibilmente sporcava il glande all'inizio dell'atto possa aver fecondato un ovulo.
Ricapitolando: esposizione minima non protetta al termine dell'ultimo giorno di ciclo. E' possibile una gravidanza?

Ringrazio per l'attenzione dedicatami.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Il liquido pre eiaculatorio generalmente non contiene spermatozoi , se le cose sono andate come racconta il rischio di gravidanza è veramente remoto. Distinti saluti