Utente 694XXX
Sono una donna di 54 anni, alta 1,48 mt e peso 70 kg, ho avuto un intervento di sostituzione di valvola mitralica ed aorta (di tipo meccanico) circa 5 anni fa'. Ho effettuato la visita periodica qualche mese fa'e mi hanno riscontrato quanto segue:
DTD: 52 mm - DTS: 37 mm - SIV: 10 mm - PP: 10 mm - Fe: 56% Ao: 33 mm
A.Sn A.P.: 53 mm - A.Sn C.C.: mm - V.Dx: mm - Ao. Asc.: 40 mm
Aorta V.Nativa : Protesi:X
V.Max A: 2,00 m/sec - GPMax A: 17,00 mmHg - GPMED A: 8,00 mmHg
Mitrale V.Nativa2: Protesi M:X
V.Max M: 1,6 m/sec - GPMax M: 11,00 mmHg - GPMED M: 7,00 mmHg
Area V.M.: 3,00 cm2
Tricuspide - Polmonare
V.Max: m/sec - P.S.A.P.: 32,0 mmHg - V.MaxP.: m/sec


Commento: Ventricolo sx ne limiti dimensionale. Pareti con spessori nei limiti e cinesia globale conservata;SIV con movimento paradosso da pregeressa CEC. Atrio Sx lievemente dilatato. Sezioni Dx nei limiti. Iniziale dilatazione dell'aorta ascendente. Protesi valvolare aorta e mitralica normofunzionanti. Insufficienza della tricuspide con
PAP 32mmHg.
Sono preoccupata, per quello che ho potuto capire dei termini:
"Iniziale dilatazione dell'aorta ascendente" - "Insufficienza della tricuspide con PAP 32mmHg" - "Iniziale dilatazione dell'aorta ascendente".
Cosa significa? Con il tempo c'è da preoccuparsi seriamente? Si puo' prevenire il peggio con qualche cura particolare?
Ringraziandovi anticipatamente e sperando di essere stata abbastanza chiara, vi saluto cordialmente.




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non è una situazione che richiede grosse preoccupazioni;l'insufficienza tricuspidalica non ha specificato di che grado sia,va comunque tenuta sotto controllo per osservarne l'evoluzione nel tempo;la dilatazione aortica c'è,nel senso che è un po più grande di quello che dovrebbe essere,ma non cosi grande da destare ancora per il momento preoccupazione,potrebbe essere la conseguenza dei problemi alla valvola che aveva precedentemente e che non ha più dopo l'intervento.Va comunque considerata e valutala nel tempo l'evoluzione di questa dilatazione aortica se aumenta o meno e se lo fa con che velocità;quindi per il momento il consiglio migliore è niente panico inutile,ma regolari controlli che possano monitorare con attenzione le modificazioni di questi importanti parametri per la salute del suo cuore.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 694XXX

Iscritto dal 2008
Dr. Annoni la ringrazio vivamente per la sua risposta chiara e tempestiva.
cordiali saluti