Utente 310XXX
Salve ho 36 anni ed ho da sempre una cattiva sessualità con scarsa libido, in pratica non riesco ad avere e nel caso ce l abbia, a mantenere l'erezione. Non credo possano essere problemi psicologici poichè è una condizione che mi trovo mio malgrado a dover vivere:ho la compagna da 15 anni e con lei non ho alcun problema di ansie o cose simili e questo mi porta ad escludere problemi psicologici legati alla sfera sessuale.
Sono in cura con Cialis e va bene se non fosse per il fatto che i miei "appetiti" sessuali sono comunque sempre molto bassi. L'andrologo al quale mi sono rivolto mi ha prescritto nel tempo varie analisi per determinare i livelli ormonali e tra gli altri il testosterone libero seppur nel range di riferimento è a livelli minimi ( 8,80 ed il valore minimo era 8,00)....ora la domanda; Il medico mi ha detto che comunque non è attendibile il risultato allora mi chiedo, ma perchè continuano a farmi fare test ormonali se poi il risultato "non è attendibile"??inoltre, ma allora potrebbe anche non essere attendibile per difetto e magari ho i livelli sotto la norma e magari ho l'ipogonadismo?grazie...vi prego datemi delle risposte che con i 2 andrologi che mi hanno visitato ho trovato solo in parte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,che i valori del testosterone libero siano poco attendibili,é un dato di fatto ma,viceversa,il bilalancio ormonale passa,anche,per l'equilibrio tra il testosterone totale,17beta estradiololo,prolattina ed LH,di cui non fa cenno nel post,pur ipotizzando un improbabile ipogonadismo....La diagnosi della della disfunzione erettile richiede,anche,la valutazione del quadro vascolare mediante un ecocolordopler penieno dinamico,che non ci trasmette...Ritengo,quindi,che un aprofondimento diagnostico sia doveroso,non sottovalutando gli scontati riverberi psicosesuologici che,immancabimente sopravvengono in tali disagi sessuali.Convive con la partner,o é legato a rapporti programmati?Cordialità.
[#2] dopo  


dal 2015
Le riporto qui di seguito i valori risultati dalle ultime analisi. Aggiungerebbe qualche altro valore da ricercare lei Dottore? Cosa sono estradiolo ed LH?


PROLATTINA 8,2 ng/ml da 2,1 a 18,0
TESTOSTERONE TOTALE 11,19 nmol/L da 8,50 a 29,00
O.TIREOSTIMOLANTE 3.320 mcUI/mL da 0,300 a 4,300
PSA TOTALE 0.33 ng/mL da 0.00 a 2.00
TESTOSTERONE LIBERO 8,80 pg/ml da 8,00 a 42,00
SHBG 20,6 nmol/l maschi da 14,5 a 48,4

Con la mia ragazza ci convivo e davvero mi creda sarebbe l'ultima persona con la quale avrei problemi di ansia o simili vista la conoscenza ed i 15 anni di frequentazione!!!

Per quanto riguarda l'ecocolordoppler il mio andrologo mi ha detto che sarebbe poco attendibile poichè una eventuale fuga venosa potrebbe dipendere anche dal basso livello di testosterone. Le risulta?
Infine ultimo dato ma molto importante, quando non assumo cialis non ho mai erezioni al risveglio ed il pene al mattino è di una flaccidità tale che mi risulta difficile pensare che durante la notte ne abbia avute!

Grazie per la solerte risposta
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che vi sia un gap diagnostico.Comunque,le erezioni spontanee,nel suo caso,non hanno alcun valore prognostico e/o diagnostico.Non capisco la relazione tra livelli di testosterone,nel suo caso normali,e fuga venosa ipotetica...Cordialità.
[#4] dopo  


dal 2015
Che intende per gap diagnostico? Non le sembra basso seppur inattendibile il testosterone totale?grazie
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
una erezione rigida richiede, sostanzialmente, un buon sistema arterioso ( che garantisca l'afflusso del sangue) , corpi cavernosi regolari, un buon sistema venoso ( che blocchi la fuoriuscita del sangue) , un buon sistema emotivo-psicologico che possa "attivare e gestire" tali fenomeni e un normale assetto ormonale che permetta e faciliti il funzionamento di tale complesso sistema.
Lei sembra picologicamente a posto, il suo ssitema ormonale non mostra problemi rilevanti, le sue arterie sembrano funzionare bene. L'ipotesi, sospetto, che il suo sistema veno-occlusivo cavernoso non sia ingrado di funzionare bene tanto da consentirle una buona rigidità e mantenimento della stessa in assenza di stimoli diretti, ed il fatto che la situazione migliori usando un vasodilatatore ( che fa arrivare pù sangue) propendono per l'esistenza di una problematica veno-occlusiva cavernosa.
Potrebbe essere utile effettuare una valutazione delle erezioni notturne (indipendenti dalla psiche) con Rigiscan
Continui a farsi segire dall'andrologo di riferimento
cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la diagnostica della disfunzione erettile non può prescindere dalla valutazione del comparto vascolare.Il testosterone totale è nella norma.Solo con una diagnosi rigorosa si può dare un valore oggettivo agli aspetti psicologici che,con il tempo,si manifestano con una inevitabile ansia da prestazione.Ho la sensazione che sia mal consigliato.Cordialità.
[#7] dopo  


dal 2015
Voi conoscete un centro anche privato nelle Marche dove posso effettuare un eco color doppler penieno?Ve ne sarei grato se poteste darmi tale info poichè trovo difficoltà a trovarne uno.Grazie
[#8] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…non è concesso dare segnalazioni da questo Forum.Ne parli con il medico di famiglia.Cordialità.