Utente 318XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni. Negli ultimi 2-3 mesi sto uscendo con una ragazza con la quale sto avendo i primi rapporti sessuali. Prima che la conoscessi, succedeva a volte, che avessi pensieri omosessuali, di guardare video gay, e addirittura mi è successo di masturbarmi in chat. Vorrei sapere perché ho fatto questo? sono gay per caso? infondo io non desidero stare con un uomo e pensare che un giorno a casa invece di trovare una moglie troverei un "marito". solo nell'ultimo periodo che sto uscendo con la nuova ragazza mi è tornato in mente quel che ho fatto, prima non ci pensavo mai di quel che avevo fatto. Ho provato a darmi delle risposte, io penso che lo facevo molto per confrontare il mio pene con quello degli altri perché mi sentivo un po' insicuro, che il mio non fosse all'altezza, inoltre penso che provavo piacere ad esibirmi, a sapere che altre persone mi stavano guardando. Questo pensiero che ho mi sta iniziando a condizionare, non so se sono etero o gay, ma se fossi gay non saprei neanche io accettarmi credo. Voglio uscire da questa situazione, mi basterebbe non pensarci più e godermi il mio momento con questa ragazza che tiene davvero tanto a me; io ne ho parlato con lei e mi ha detto di stare tranquillo che non è nulla, e anche se fossi bisessuale non ci sarebbe problemi, ma io non voglio esserlo. Come si può non volere una cosa e avere il timore di esserlo?
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Raggi
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
caro ragazzo, non si diventa gay per sbaglio, nemmeno se si hanno tendenze omosessuali.

Nel senso che un conto è la sporadica attrazione sessuale per un membro dello stesso sesso, un conto diverso è l'accettazione sociale e culturale di un certo stile di pensiero, la cultura gay appunto, che non mi sembra che lei desideri accogliere.

Quando si è giovani ci si sperimenta sessualmente e può accadere di provare questo tipo di attrazioni che non hanno un grande significato per lo sviluppo successivo. Stia a sentire la sua ragazza che mi sembra aver colto bene la questione e non ci pensi su troppo.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
318132

dal 2013
La ringrazio dottore per la sua risposta, io sono un ragazzo molto ansioso, forse è anche per questo che continuo a rimuginare sopra la questione. Adesso che un medico mi ha dato una risposta che speravo di ottenere sto molto meglio, ho capito che può succedere, fa quasi parte del corso della crescita disorientarsi un attimo, e non ho in fondo motivo per preoccuparmi.
Mille grazie
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
come giustamente suggerito dal Collega l'orientamento sessuale non cambia all'improvviso, ma le prime esperienze sessuali possono essere spesso ansiogene.

la famigerata prima volta, contiene in sé quote d'ansia: ansia di fare bella figura, di essere all'altezza delle aspettative, di far provare piacere alla partner, e così via...

Se però l'ansia le fa compagnia da tempo, forse sarebbe il caso di attenzionarla per bene ed una volta per tutte, con un nostro Collega a lei vicino

Le allego qualche lettura sulle prime volte...

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1336/Verginita-parte-seco
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1313/Verginita-la-fatidic
[#4] dopo  
318132

dal 2013
Vi ringrazio per le vostre risposte, quindi secondo lei dottoressa io dovrei andare uno psicologo? così mi sembra di aver capito dalla frase: " forse sarebbe il caso di attenzionarla per bene ed una volta per tutte, con un nostro Collega a lei vicino"
Adesso che mi avete rincuorato sto già molto meglio, ma un ultima domanda: "uno come fa a capire di essere gay?"
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Raggi
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Direi che "uno" capisce di essere gay quando oltre ad essere attratto dalla cultura gay decide di condividerne i valori.
Le ripeto che però si può sentire desiderio omosessuale senza per questo diventare gay.
Ci sono omosessuali che non sono mai "diventati" gay e che non condividono quel tipo di cultura.
Comunque la sessualità nell'uomo è un qualcosa che attiene alla dimensione psicologica e come tale non è semplicemente definibile in base al sesso biologico; nel suo caso inoltre non mi sembra ci sia qualcosa di più che una semplice curiosità, dovuta all'età ed al bisogno di esplorare.
Stia bene.
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Lei continua a chiedere rassicurazioni e ad ogni nostra risposta, segue un' altra sua curiosità, questo solitamente denota quote d' ansia.
Credo che un nostro Collega potrebbe aiutarla a capire meglio e, soprattutto a recuperare la qualità di vita smarrita
[#7] dopo  
318132

dal 2013
Vi ringrazio per le vostre risposte, adesso sono più sereno perché ho capito che può essere normale, e che se la cosa mi continua a dar "fastidio" mi rivolgerò da uno specialista. Vi posso solamente ringraziare perché con le vostre risposte mi avete sollevato e fatto capire che in me non c'è niente che non va (non che negli omosessuali ci sia qualcosa che non vada). Grazie ancora