Utente 690XXX
Salve,
sono una ragazza di 18 anni e da ottobre prendo la pillola anticoncezionale (Minesse). Inoltre nell'ultimo anno ho praticato sport molto di rado e a causa di ciò mi stanco anche più facilmente. Da questo inverno (circa dicembre) avverto lievi palpitazioni, che ora però sono molto frequenti nel corso della giornata. Non avverto dolori ma semplicemente un aumento consistente della velocità del battito, che tuttavia rimane lieve, non sento cioè come se il cuore mi dovesse uscire dal petto. Sono semplicemente piuttosto preoccupata da questa tachicardia che si manifesta sempre più spesso. Inoltre faccio piuttosto fatica a fare le scale, ovvero ho il fiato corto e il battito mi sembra velocissimo. Fumo 2-3 sigarette al giorno (ma spesso anche meno) e bevo molto poco caffè. Una volta mi è capitato di avere un calo di pressione dovuto al forte caldo in corriera e ho sentito un fortissimo formicolio a entrambi gli avambracci e alle mani, partito per primo dal braccio sinistro. Ci tengo a sottolineare che da marzo sono in terapia presso uno psicologo per una generica depressione (ma leggera) e ultimamente anche forte ansia e crisi di pianto quasi isterico. Se fosse solo per la tachicardia la collegherei allo stato di stress, ma sono molto preoccupata dall'affanno nel fare le scale, e mi sono fermamente autoconvinta che questo sia collegato all'assunzione della pillola anticoncezionale.
Potrebbe essere quella la causa? Se sì, è consigliabile semplicemente cambiare tipo di pillola o proprio smettere di assumerla?
Se invece è improbabile che sia la causa del mio malessere, è consigliabile una visita specialistica?
Grazie mille per la disponibilità e la serietà con cui gestite questo sito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gianni Staffilano
20% attività
0% attualità
8% socialità
()
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2005
Carissima,perdona il ritardo della risposta ma sono appena rientrato da una serie di incontri l'ultimo a noventa di piave .tornando alla tua domanda ti sottolineo che se hai già effettuato gli esami per la valutazione della funzione tiroidea e sono nella norma converrà indagare su un eventuale esofagite da ernia iatale o una gastrite che possono essere responsabili di tachicrdie e sindromi vagali che sicuramente condizionano molto il tuo stato di salute.aspetto notizie Ciao