Utente 419XXX
Sono un ragazzo di 25 annni che fin dal primo rapporto ha avuto problemi con il sesso. Per circa due anni sono stato fidanzato e ho provato tutte le strade per risolvere il problema.
1) Mi sono recato da un andrologo che non mi ha trovato nulla di organico.
2)Mi sono recato da uno psicologo, ma il problema non migliorava.
3)Mi sono recato da un altro andrologo che mi ha trovato un'insufficienza ematica ai testicoli, (ha usato una macchinetta per constatarlo, esiste?) mi ha fatto fare una cura a base di ormoni(proviron, androstil, arginina ecc) e prova oggi prova domani dopo quattro mesi circa mi ero tranquillizzato, poi mi ha sottoposto ad un'intervento laser per scollare la parte sinistra del prepuzio dal glande. Dopo una settimana feci l'amore ma mi feci male e uscì molto sangue. Da quella maledetta sera c'è stato un crescendo che mi ha riportato nel tunnel della disfunzione erettile. Se pur ho rifatto parecchie volte sesso non riesco a togliermi dalla mente l'idea che mi posso far male.Questa situazione ha portato la mia ragazza a lasciarmi. Ora mi sento solo, ma allo stesso tempo ho paura di trovarmi un'altra donna. Sto andando da circa un mese da uno psicologo, ma non riesco a riprendermi.
Secondo voi dovrei farmi vedere da un altro andrologo?
Siccome ho avuto problemi ematici ai testicoli, è possibile che la mia ansia li abbia fatti riaffiorare?
Oppure ho solo un problema psicologico come sostiene il mio psicologo?
Se così fosse ho letto che l'ipnosi potrebbe risolvere il tutto in meno tempo rispetto alla psicoterapia è vero?

Vi ringrazio anticipatamente e aspetto trepidante una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non é chiaro quali possano essere i problemi ematici ai testicoli che possano essere aggravati dall'ansia...Sicuramente non ha avuto,e non ha,un buon rapporto con la Sua genitalità, testimoniato,credo,dalle aderenze balano-prepuziali che solo a 25 anni,in seconda o terza battuta,dopo varie visite e terapie farmacologiche,ha risolto...chirurgicamente.Un errore,peraltro frequente,é di considerare la disfunzione erettile o a genesi organica,o psicogena.Personalmente,e non sono il solo...,ritengo che,nel 100% dei casi vi é un coinvolgimento della psiche,ma,sempre,bisognerebbe saper escludere cause organiche e/o funzionali.L'andrologo,particolarmente all'inizio del rapporto con il Paziente,può mettere in campo la competenza psicosessuologica,viceversa lo psicoterapeuta non può essere medico e,quindi,rivendica,per la disfunzione erettile,una genesi solamente psichica...E' questa dicotomia che spesso non fa andare avanti,per cui,non in alternativa,ma con finalità sinergiche,Le consiglio di rivolgersi ad un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
condivido pienamente le corrette osservazioni del collega Izzo. Se desidera poi avere più informazioni dettagliate, soprattutto sul versante "organico" riferite a queste tematiche le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#3] dopo  
Utente 419XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille della risposta.