Utente 700XXX
Sono caduta da un muretto di circa un metro e mezzo su un altro muretto basso e si sono fratturate le ultime due costole , dalla radiografia del pronto soccorso risultano scomposte. Ho eseguito anche una lastra ai polmoni e un’ecografia all’addome: tutto bene. Tutti mi dicono che sarà lunghissima,oggi dopo 6 giorni sto un po meglio, riesco ad alzarmi e camminare anche per mezz'ora, anche se sono tutta storta. Dormo, stando sdraiata e seduta su una di quelle sedie da giardino che si spostano da seduti a stesi spingendo con i piedi e con i braccioli e per fortuna esiste perchè alzarsi e sdraiarsi sul letto sarebbe stato impossibile. Ieri e oggi non ho più sentito il classico cric croc delle costole rotte e le fitte sono diventate meno lancinanti, il dolore è più sordo e sta diminuendo Vorrei dei consigli per guarire al meglio, se ci sono movimenti da fare per accelerare la guarigione, quando potrò riprendere attività normali tipo far da mangiare o guidare, quando attività fisica tipo nuotare e se un bendaggio o un corsetto può aiutare. Ho avuto un'ernia tre anni fa e guarita ho fatto nuoto,del pilates e ora dello yoga + un po’ di palestra contro i colpi della strega che mi perseguitano dai vent'anni. Da quando vado in palestra regolarmente ho dimenticato il mal di schiena, anche se ho ancora una leggera postura storta, intendo che guardandomi allo specchio il segno della vita è un po’ più basso( forse mezzo cm.da una parte)e se ho un mal di schiena la postura storta si accentua. Dai controlli effettuati radiologici risultavano 5 o 6 mm di differenza e 12 dall'ultima, pero l'ortopedico dice che forse mi ero messa storta per la lastra. Spero di non rimanere più storta di prima con le costole ora. Non ho ben capito perchè si rischia la rottura delle cartilagini Mi piacerebbe avere notizie precise circa la convalescenza per guarire senza strascichi e quando posso riprendere almeno le basilari faccende di casa. Grazie mille per qualsiasi aiuto, notizia o consiglio.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
probabilmente non ha ricevuto risposte alla Sua richiesta perchè non è possibile fare una valutazione tramite Internet senza una visita.
Provi a fare il punto della situazione con il Suo curante e ci aggiorni per eventuali approfondimenti e sono certo che i colleghi Le risponderanno.
[#2] dopo  
Utente 700XXX

Iscritto dal 2008
Ho gia eseguito la visita dal medico curante, forse mi sono espressa male,chiedevo semplicemente a un chirurgo toracico quale è normalmente la convalescenza per la frattura scomposta delle costole, nel caso specifico le ultime due, (dovrebbe essere meno grave perche le ultime due costole sono fluttuanti e meno importanti)supponendo che avesse più casi di un medico di base per poter dar consigli. . Non capisco però perchè mi risponde un chirurgo oncologo-senologia chirurgica e non un chirurgo toracico per cui io avevo fatto richiesta. Grazie comunque per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile Utente
Le rispondo io ma forse non le potrò dare la risposta che aspetta, nel senso che, come ha già ben detto il mio collega è difficile far determinate valutazioni tramite un monitor ed una tastiera.
Non le posso dare neanche indicazioni a carattere generale perchè situazioni come queste presentano delle variabili im numero molto elevato (tipo di coste che si fratturano, numero di coste, tipo di frattura e sottotipo di frattura e così via!).
Le posso certamente dire che le frattura delle coste fluttuanti possono creare maggior dolore rispetto alle altre in quanto essendo meno ancorate dai vari apparati muscolo-fasciali della parte toracica hanno un margine di movimento maggiore e quindi, se fratturate, possono essere più dolenti.. ma anche queste sono variabili definiamole individuo-dipendenti (la soglia del dolore non è uguale per tutti).
L'unica certezza che le posso dare è che in casi come questi è vero il detto che il tempo è la miglior terapia!