Utente 845XXX
Ho già scritto in passato e ora scrivo di nuovo perché nn trovo pace riguardo all disfunzione erettile. Riassumo la mia storia. Fin dall'inizio della mia vita sessuale ho avuto problemi. I primi rapporti sono andati male e nella mia prima relazione ho sempre avuto problemi e li attribuivo all'ansia e cmq nn mi sono rivolto a nessuno. Facevo uso di cannabis e talvolta coca. Quando poi ho Avuto la seconda ragazza piu adulta di me ho cercato di affrontare il problema : andrologo eco esame ecodoppler e mi veniva diagnosticato deficit su base artereogenica . In preda al dramma e senza ben sapere che fare andai da un altro andrologo piuttosto conosciuto che a seguito di nuovo ecodoppler mi disse che era tutto in regola a livello di circolazione del pene dice do che tutto partiva dalLa mia testa e ansia. Andai da in terzo andrologo che mi deve ecografia dei flussi senza erezione dicendo che nn serviva e confermava origine puramente psicologica del problema. Nel frattempo son diventato pesantemente dipendente dAi farmaci e ho tamponato così la situazione portando avanti una relazione di 2 anni con disagi psicologici enormi anche perché fa e o tutto di nascosto.. Finita la sezione mi son chiuso in me per parecchio. Quegli esami li feci nel 2007. Oggi mi son rimesso in gioco frequento una ragazza son dipendente dAi farmaci e non so che cosa ho. So che nn ho erezioni spontanee da non so quanti anni tranne che notturne. Sono esasperato perché mi trovo a 32 anni con un problema che mi sta distruggendo la vita. Vorrei poter essere sereno e poter ragionare a lungo termine con una ragazze e son stanco di ingurgitare farmaci di nscosto.sto frequentando un sessuologo che sta cercando di guidarmi. Ma il son convinto che ci sia una base organica piuttosto seria del problema. Ultimamente mi sento spesso il pene freddo soprattutto nel glande. Ho bisogno di aiuto per capire che cosa ho veramente. Potrei avere una bella vita ma mi sto consumando per questa cosa e non so piu che fare. Se avessi erezioni mattutine e spontanee darei sicuramente credito a fattori puramente psicologici ma penso ci sia anche ben altro e nn ho trovato nessuno che mia abbia esaminato a 360 gradi per capire davvero che succede .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

bene avere intrapreso una strategia terapeutica con un sessuologo.

Di tutte le informazioni che ci fornisce questa mi sembra quella "capitale" per capire le dimensioni psicologiche del suo problema: "So che non ho erezioni spontanee da non so quanti anni tranne quelle notturne"!

Detto questo poi può anche rifare il punto della sua situazione "organica" con il suo andrologo e nel frattempo si legga o si rilegga questi articoli visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore
Intendo dire che un ragazzo giovane dovrebbe avere erezioni spontanee credo. Ultimamente mi era stato dato un farmaco per abbassare leggermente il b/ estradiolo e avevo notato svegliandomi talvolta la notte che eran riprese buone erezioni...peró assicuro che dopo diversi anni non è per me facile capire se i problemi fisici mi han portato forti disagi psicologici o viceversa la mente proietta tutto sul fisico. Ho domande del tipo se il mio stile di vita sregolato per anni pur avendo sempre fatto sport possa aver creato danni permanenti. E cmq le assicuro che sento che c è qualcosa che non va. Rifaró il punto clinico ma nn ho ancora trovato un medico che sia andato a fondo...quella prima diagnosi probabilmente ha influito in me e sfido chiunque, credo di avere un problema circolatorio...sta di fatto che nn vorrei buttar via il resto della mia vita. Non so nemmeno contro cosa sto lottando.
grazie per l'attenzione
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le criticità e le ipotesi eziologiche da lei avanzate vanno sicuramente rivalutate ma ora, le ripeto, bene avere intrapreso una strategia terapeutica con un sessuologo.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
Non ho ancora trovato un medico che abbia esaminato la mia situazione a 360 gradi. Vorrei quanto meno capire bene che c'è... Dal lato psichiatrico psicologico sono seguito ora da una persona che mi da fiducia ma vorrei capitasse lo stesso sul versante fisico funzionale. Dovrei rassegnarmi a vivere così ?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mai rassegnarsi, prima sempre parlare con il suo medico di fiducia che sicuramente conosce meglio di noi le situazioni e gli specialisti che lavorano vicini alla sua residenza.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
Salve dottori,
Ho eseguito un nuovo eccocolordoppler per far chiarezza sulla situazione.
Referto:
Regolare ecostruttura dei corpi cavernosi. Non placche calcifiche a loro carico.dopo stimolo farmacologico (iniezione intra cavernosa di 10 microgrammi di pge1) buona la risposta erettile. Il flusso in corrispondenza delle arterie cavernose è nei limiti bilateralmente con picco sistolico di 40 cm/s. Regolare l'azzeramento del flusso arterioso in fase diastolica, da entrambi i lati , segno indiretto di regolare effetto sintomi veno-occlusivo.
Conclusioni: non alterazioni della fase vascolare dell'erezione.

Ora gentili dottori chiedo questo esame è sufficiente a escludere qualsiasi problema organico a parte problemi ormonali?
Grazie a chi volesse rispondere.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

questo esame esclude qualsiasi problema anatomico e vascolare che interessa i corpi cavernosi.

Ancora un cordiale saluto.

[#8] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio dott . Berretta
Per una volta vorrei far le cose per bene e possibilmente risolvere certi problemi . Tolte cause vascolari , ormonali eventualmente , cosa ancora andrebbe indagato? Mi han trovato la prostata un po' gonfia dopo palpazione.. Poi certo c'è la psiche . Peró vorrei escludere tutto il resto.
Ancora grazie.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutto il resto è poca cosa rispetto ad un possibile problema psicologico, come avrà sicuramente letto sugli articoli che le ho consigliato.

Risenta ora il suo andrologo.

Ancora un cordiale saluto
[#10] dopo  
Utente 845XXX

Iscritto dal 2008
Quindi Lei se nn ho capito male mi consiglia di concentrarmi sulla questione psicologica?
Cordiali saluti.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che dice il suo andrologo che ha potuto parlare in diretta con lei e ha valutato nel reale la sua attuale situazione clinica?