Utente 288XXX
Buongiorno.
Sono una donna di 64 anni un po' sovrappeso e con colesterolo a 260.
Da circa 6 mesi assumo una pillola ipertensiva in quanto soffriro di picchi pressori prossimi ai 180-120.
Il medico di base mi ha prescritto una pillola ipertensiva facendomi fare solo un holter pressorio e senza farmi sottoporre a nessuna visita specialistica dal cardiologo.
la mia pressione durante il caldo estivo si abbassava troppo pertanto ho sospeso l'assunzione della pillola (su consiglio del mio medico di base),
la scorsa settimana una mattina non statvo bene (capogiri) e ho misurato la pressione che era 170-130. Pertanto ho ripreso autonomamente l'assunzione della pillola pressoria. Ora ogni mattina ne assumo solo metà.
Preciso che oltre a quella pillola ogni giorno prendo mezza pastiglia di atenololo e una di pantoprazolo perchè ho problemi di digestione.
A suo parere quali esami specifici dovrei effettuare?
E' corretta la terapia prescitta dal mio medico di base?
grazie e buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sarebbe stato opportuno non sospendere la terapia antipertensiva, ma solo ridurla....E' utile una verifica dell'efficacia della terapia con un nuovo Holter pressorio delle 24 ore, preferibilmente da eseguirsi durante la stagione invernale...
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la rapida risposta.
Dal suo punto di vista non sarebbe opportuno anche che mi rivolga ad un cardiologo per una visita specialistica?
Il medico di base mi aveva consigliato di sospendere la terapia in quanto la pressione era davvero bassa 80 di max e 60 di minima.
Ma la scorsa settimana ho avuto un picco di 180 di massima.
Infine ho letto su una rivista specializzata di salute che la sospensione dell'assunzione della pastiglia per la pressione e poi la reintroduzione della stessa aumenta del 40% il rischio di infarti.
E' corretto?
Sono molto preoccupata.
Grazie mille