Utente 228XXX
Salve a tutti. Ho un problema che reputo molto grave, poichè mi condiziona molto a livello psicologico. Soffro di rotacismo.
Premetto che da bambino provai ad andare da un logopedista ma senza risultati.
La dottoressa all'epoca non mi diagnosticò un difetto fisico per il quale non potessi pronunciare il fonema; come il frenulo troppo corto.
Documentandomi un pò su internet ho saputo classificare la mia "r". In poche parole io ometto il fonema, pronunciando un suono tra una "v" e una "u" non molto facile da definire. La lingua non la metto nella posizione corretta, vicina agli alveoli, ma la tengo praticamente come se fosse un corpo estraneo all'interno della mia bocca, quasi come se fosse "morta".

Gli esercizi che ho provato in questi anni partono tutti dall'idea che metta già la lingua vicino agli alveoli, ma ormai mi viene spontaneo tenerla nella posizione descritta precedentemente. In che modo posso risolvere questo mio problema?
Mi basterebbe avere una "r" monovibrante, che ora come ora, mi sembra quasi un sogno.

Ringrazio per l'attenzione dedicatami e mi scuso anticipatamente per la spiegazione complicata, ma non è facile descrivere il mio problema.
Spero di essermi fatto capire.

Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alfonso Gianluca Gucciardo
28% attività
8% attualità
16% socialità
AGRIGENTO (AG)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buonasera e grazie per la sua email.
Si spiega benissimo.
Il suo problema - considerata anche la sua età giovane ma sicuramente non giovanissima in senso dei tessuti e delle articolazioni - verosimilmente sembra meriterebbe un approccio non prioritariamente logopedico ma ortognatodontico e foniatrico. Se decidesse di seguire questa direzione - che sembra (alla luce di quanto scrive) la sola possibile - forse potrebbe risolvere una buona parte del suo disturbo, anche se nessun medico può garantirle la risoluzione totale della dislalia perché tale lavoro può dare risultati ottimali solo se iniziato molto precocemente (entro i 12 -13 anni).
il margine di guadagno, però, penso sia alto.
ne parli con il suo medico di famiglia e con il suo ortognatodontista di fiducia.
cordialità.
AGG