Utente 315XXX
Buongiorno dottore,le scrivo perché stamattina mi sono svegliato circa alle 8:30, dopo aver fatto colazione con il latte e biscotti,mi è presa la tachicardia con battiti fino a 160,però una settimana fa ho fatto la prova da sforzo ed è uscita bene con battiti a riposo a 55 e al massimo dello sforzo a 193 senza presenza di aritmie ed exrsistole, sono un soggetto ansioso e faccio sport a livello agonistico ed ho 18 anni grazie dottore in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è il test da sforzo che avrebbe dovuto fare...Nel suo caso è innanzitutto indicato un Holter delle 24h e in caso risultasse negativo in assenza dei sintomi che descrive, potrebbe esserci indicazione ad eseguire uno studio elettrofisiologico intracavitario.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Dottore mai non ho mai avuto problemi di tachicardia anzi essendo sportivo a riposo. Ho sempre una media di 50/55. È possibile perché ieri sera ero tanto nervoso e mi prendevano le crisi di panico ?!
Grazie in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile.....ma solo lei è in grado di stabilirlo...
Se la crisi di tachicardia si è manifestata all'improvviso e in maniera immotivata ed è terminata all'improvviso e non lentamente, è probabile che sia una tachicardia parossistica (ma non certo), differentemente è compatibile con una crisi di panico...
[#4] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Dottore,mi è successo dopo colazione io sto facendo sedute dallo psicologo perché ho ansia dentro ,io ho solo paura perché mi misuri i battiti e a riposo li ho a 85 e in genere li ho a 50/55 e possibile che solo ansia accumulata ( ieri sera ho avuto diverse crisi di panico puoi essere ciò ?)
Dottore grazie in anticipo
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Assolutamente si....
a questo punto sembra più chiaro che noi cardiologi possiamo esserle di aiuto in maniera estremamente relativa...
Continui ad affidarsi e a seguire i consigli dello psicologo.
Saluti